genziana

Cos’è

La genziana è un genere di piante erbacee che comprende circa 400 specie. Queste possono essere perenni, annuali e biennali e appartengono alla famiglia delle Gentianaceae. Proprio per le innumerevoli varietà di specie, si parla frequentemente di genziane. Queste si presentano con fusti più o meno altri, in base alla specie, che vanno da un minimo di 5 centimetri a un massimo di 2 metri. Le foglie possono essere opposte o allineate per formare una rosetta basale. I fiori, a forma di imbuto, possono avere il classico colore della genziana, cioè il blu, ma anche bianco, rosso e giallo. Le genziane sono diffuse nelle zone alpine e appenniniche, ma sono presenti anche in altre aree del globo, come Asia, America ed Europa dell’est. Queste piante crescono su terreni umidi e non calcarei, in posizioni protette, ma ben soleggiate, e sono storicamente conosciute per le loro proprietà officinali, che attengono, però solo ad alcune specie. Sono anche note per essere usate come ornamento per i giardini rocciosi. Le genziane fioriscono in estate. In fitoterapia si usano le radici che vanno raccolte in primavera. Queste vanno tagliate a piccoli pezzi e conservati in luoghi asciutti e in contenitori chiusi per evitare il contatto con l’umidità dell’ambiente. Le radici di genziana, infatti, a contatto con ambienti umidi, si gonfiano perdendo tutti i loro principi attivi, conosciuti già fin dall’antica Grecia. La raccolta delle genziane viene attualmente regolamentata dalle Regioni, poiché si tratta di specie protette.

genzianagialla1

La nave libera semi blu genziana Fiore 50 pc Novel pianta perenne facile da coltivare Flower Garden Home Guarda Vendita di semi Flores Giappone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€


Proprietà

genzianagialla2 Le proprietà officinali della genziana si riferiscono, come già detto, solo ad alcune specie. In omeopatia e erboristeria si usa la genziana dal fiore giallo, ovvero la gentiana lutea, come definita in botanica. Questa varietà è anche chiamata genziana maggiore. Il fusto è alto quasi due metri, le foglie sono opposte e i fiori, gialli. Infatti le viene anche attribuito il nome comune di genziana gialla. Questa pianta contiene dei principi attivi che si rivelano utili per la salute umana, poiché favoriscono la digestione. Tra questi principi ricordiamo delle sostanze amare come la amarogentiana e un alcaloide, la gentianina. La amarogentiana conferisce il caratteristico sapore amaro della pianta. La maggiore concentrazione di tale sostanza si ha in primavera. Le genziane coltivate in pianura sembrerebbero contenerne una quantità maggiore rispetto a quelle selvatiche che crescono in montagna. Gli estratti di genziana avrebbero proprietà febbrifughe, vermifughe, toniche e digestive. Queste ultime dipendono dalla stimolazione dei succhi gastrici provocata dai principi attivi della pianta. La genziana gialla, inoltre, non contiene tannini e amidi, quindi gli effetti tonici e digestivi dei principi amari non comportano effetti astringenti o irritativi della mucosa gastrica, permettendo di usarla come lassativo. La droga di genziana viene anche usata per stimolare l’appetito, per combattere il vizio del fumo e per applicazioni esterne, in caso di ferite. Trattandosi di una pianta fortemente aromatica, la genziana viene anche usata per preparare liquori con effetto digestivo.

  • gentiana lutea Anzitutto, incuriosisce un nome così particolare assegnato a una pianta: “Genziana”, secondo la consueta tradizione, deriverebbe infatti dal nome Gentius, vale a dire il re degli Illiri che la scoprì ...
  • genziananella La genzianella è il nome comune della Gentiana acauli, pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Gentianaceae. Si distingue dalla genziana maggiore per lo stelo molto corto, compreso tr...

GEDY Genziana Porta Salviette Cromato Cm. 35

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,15€


Usi

Per poter essere usati a scopo officinale, i principi attivi della genziana vanno assunti sotto forma di rimedi erboristici, ovvero decotto, polvere, tintura e estratto acquoso. Intanto bisogna segnalare, con assoluta urgenza, che la genziana non va usata raccogliendola da soli, perché potrebbe essere facilmente confusa con una pianta velenosa, il Veratrum album o veratro bianco, le cui foglie sono simili alla genziana. Le due piante crescono molto vicine l’una dall’altra e confonderle non è difficile. L’assunzione accidentale di estratti di veratro provoca: nausea, vomito diarrea, crampi muscolari e ipotensione. L’uso della genziana gialla è, inoltre, sconsigliato in caso di ipertensione, gravidanza e allattamento. Per cui, un uso ottimale della genziana prevede l’acquisto di prodotti a base di estratti di questa pianta, solo presso i rivenditori autorizzati. Il decotto si ottiene facendo bollire per otto ore, in un litro d’acqua, 25, 30 grammi di radice di genziana. La dose consigliata è di una tazza prima dei pasti. La dose consigliata di polvere di genziana è da 0,5 a 3 grammi prima dei pasti. La dose ideale della tintura è di 30 gocce mezz’ ora prima dei pasti o di 15-20 gocce per tre volte al giorno in acqua. L’estratto acquoso, contenuto in compresse, prevede una dose di massima di due grammi di principio attivo. Si consiglia di assumere i rimedi a base di genziana solo dopo aver consultato il medico e di non superare le dosi prescritte dallo stesso. Assunzioni eccessive di prodotti a base di questa pianta, possono, infatti, provocare disturbi digestivi e vomito.


genziana: Costi dei prodotti

I prodotti erboristici a base di genziana si comprano in farmacia, parafarmacia, erboristeria e nei siti di e-commerce. Il costo dei prodotti varia in base al canale di acquisto e alla marca. Un flacone di 100 ml di tintura madre di genziana costa circa 20 euro. Cento grammi di radice di genziana in polvere costano circa 8 euro. Capsule e compresse a base di estratti di genziana vengono solitamente realizzate miscelando i principi attivi di genziana con quelli di altre piante, come il tarassaco e l’amido di riso fermentato. Questi prodotti, in confezioni da 90 compresse, da 510 mg, costano tra 15 e 24 euro.



COMMENTI SULL' ARTICOLO