Levistico

Cos’è

Il levistico, nome botanico Levisticum officinalis Koch, è una pianta erbacea perenne molto simile al sedano sia per l’aspetto che per il colore. Appartiene alla famiglia delle Umbellifere o Apiaceae ed è originaria della Persia. Venne introdotta in Europa centrale nel Medioevo a cura dei monaci benedettini e si dice che fosse molto apprezzata dalla corte di Carlo Magno. Nelle epoche successive la pianta si diffuse nelle zone subalpine e appenniniche fino a 1800 metri di altezza. Il levistico, chiamato anche sedano di montagna per via della somiglianza con questo ortaggio e dell’habitat in cui si sviluppa, cresce anche nei terreni incolti, nelle praterie e lungo le siepi. Predilige terreni umidi, ben drenati, esposti al sole o parzialmente ombreggiati. La pianta si presenta con un fusto alto massimo due metri, foglie verdi e lucide di forma triangolare poste alla base dei rami, fiori gialli e un frutto ovale formato da dieci coste alate. La corteccia è spessa, mentre la radice è di colore grigio-bruno. La principale caratteristica di questa pianta è l’odore simile a quello del sedano, ma molto più intenso che ne determina l’uso sia in cucina che in campo erboristico. In fitoterapia si usa la radice raccolta in primavera. Questa viene tagliata, essiccata e conservata in sacchetti di carta. Talvolta si usano anche le foglie ( fresche o essiccate) e i semi, che vanno raccolti a settembre. I semi vanno essiccati e conservati in contenitori di vetro. Il levistico fiorisce in estate, tra luglio e agosto. Il nome della pianta deriva dal latino “levare” che significa “alleviare” cioè lenire dei piccoli mali.
levistico1

Targhetta piante Spina di erbe Smalto, Levistico, Picchetto 30 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,64€


Proprietà

levistico2 Il levistico è composto da olio essenziale, cumarina, resina, gomme, tannini, amidi e vitamina C. Queste sostanze conferiscono alla pianta proprietà carminative, diuretiche, digestive ed emmenagoghe. L’effetto diuretico è principalmente determinato dall’olio essenziale, contenuto nella radice della pianta, che favorisce l’eliminazione di urina, ma senza la perdita di sali. Tale proprietà si rivela utile per combattere la ritenzione idrica, edemi e gonfiori non provocati però da disturbi cardiaci e renali, perché in questo caso l’uso del levistico è sconsigliato. I principi attivi della pianta favoriscono la digestione, combattono i bruciori di stomaco, sintomatologie dolorose come l’emicrania e favoriscono l’afflusso di sangue nell’utero per stimolare l’arrivo delle mestruazioni. La radice della pianta cura anche le ulcere della bocca, le tonsilliti, le otiti e ha proprietà espettoranti.

  • serenoarepens1 La Serenoa repens, conosciuta comunemente come Palmetto della Florida, è una palma nana che cresce prevalentemente nel Sud Est degli Stati Uniti. Appartiene alla famiglia delle Palmaceae e raggiunge a...
  • spinaci2 Lo spinacio, nome completo Spinacia Oleracea, è un ortaggio conosciuto fin dall’antichità ed introdotto in Europa a partire dall’anno mille per opera degli Arabi. Appartiene al genere delle piccole pi...
  • timo1 Il timo è un piccolo arbusto aromatico che cresce praticamente in tutto il mondo. In Italia lo si può trovare ovunque, sia coltivato che come pianta spontanea. Dalla pianura e fino ad altitudini di 80...
  • Pianta di ortosiphon L’ortosiphon è una pianta di provenienza indonesiana nota anche con il nome di The di Giava, particolarmente diffusa ed utilizzata per le sue proprietà benefiche e depuranti. Il nome scientifico della...

Targhetta piante Spina erba Smaltata, Levistico, Picchetto 25 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,44€


Usi

Il levistico si presta a diversi usi, sia officinali che culinarie, ma anche estetici. Per esplicare le sue benefiche proprietà, gli estratti della pianta possono essere assunti sotto forma di infusi e tinture madri. Per l’infuso si usano 3 grammi di radice tagliata in 200 ml di acqua bollente o 30 grammi di semi in un litro d’acqua, da lasciare in infusione per circa 10-15 minuti. La dose consigliata per combattere il mal di testa è di una tazza al giorno di infuso di semi, mentre per favorire la digestione la dose consigliata è di tre tazze al giorno di infuso di radice. L’infuso di semi è utile anche per combattere l’insufficienza mestruale. In tal caso la droga va lasciata in infusione solo per 5 minuti. La dose consigliata è di una tazza al giorno da assumere almeno una settimana prima dell’arrivo delle mestruazioni. I malanni di stagione come le otiti si possono curare con l’olio essenziale ottenuto sempre dalla radice di levistico. La dose consigliata è di due gocce per due volte al giorno da immettere nella cavità dell’orecchio. La tintura madre di levistico, invece, si prepara utilizzando l’intera pianta fresca che permette di ricavare un estratto titolato al 45%, cioè la percentuale di principio attivo puro. La dose consigliata è di 30 gocce da assumere per tre volte al giorno. Questo prodotto è utile in caso di dolori mestruali. Per uso esterno, fiori, semi e foglie si possono aggiungere all’acqua della vasca da bagno in modo da ottenere un effetto detergente e deodorante sulla pelle. Non bisogna però eccedere nell’uso delle foglie che possono avere un effetto irritante. In cucina le foglie tritate si usano per insaporire brodi e minestre, per la preparazione di dadi e per aromatizzare i liquori, mentre le radici grattugiate vengono usate come condimento al posto del pepe. I semi si possono usare come spezie aromatiche per preparare pane e focacce.


Levistico: Costi dei prodotti

Il costo dei prodotti a base di estratti di levistico varia in base al tipo di preparazione. Il più costoso è certamente l’olio essenziale, che, come tutte le essenze, presenta dei prezzi di vendita al pubblico di molto superiori alla media. Un flacone da 11,3 ml, a base di olio essenziale di levistico, costa anche più di 50 euro. Molto più accessibile il costo della radice tagliata di levistico da usare per la preparazione dell’infuso. La radice si può comprare in farmacia, parafarmacia o erboristeria. Il costo è di circa 5 euro. La tintura madre di radici di levistico in flacone da 100 ml, costa, invece, circa 15 euro.



COMMENTI SULL' ARTICOLO