Rigenerarsi con i fiori di bach: l'olive

vedi anche: fiori di bach

La grande vitalità e resistenza dell’Ulivo in natura

L’Olive, sintetizzato tra 1933 e 1934, è ricavato dai fiori dell’Ulivo (Olea europaea), una essenza appartenente alla famiglia delle Oleacee. La pianta, diffusa in tutti i continenti ma originaria dell’Asia, è un sempreverde che cresce anche in terreni poveri e rocciosi. In area mediterranea si ritrova soprattutto lungo le coste: in questo habitat gode di una buona aerazione ed è meno esposta ai bruschi cali di temperatura invernali a cui è sensibile. Si tratta di un’essenza davvero resistente e longeva: a Gerusalemme, nel famoso Orto degli Ulivi citato nel Vangelo, vivono alcuni esemplari millenari. Gli ulivi sono caratterizzati da un tronco irregolare, larga chioma, rami sottili e diritti, radici forti. Le olive compaiono solo a partire dal decimo anno di vita, e i fiori, a quattro petali, sono bianchi e odorosi.
L'esposizione al sole è fondamentale.         [fonte: me stesso]

MACERATO DI CONSOLIDA 1 LT FAVORISCE FLORA BATTERICA PREPARAZIONE NATURALE PRESTO BIO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16€


Guarire con i rimedi naturali di Edward Bach

Con la solarizzazione si ottiene l’Olive.           [fonte: me stesso] Bach descriveva in questo modo i destinatari dell’Olive nel libro "I Dodici Guaritori e altri rimedi": "Per coloro che hanno molto sofferto fisicamente o moralmente e sono così stanchi, così esauriti che si sentono incapaci del minimo sforzo. Per essi la vita quotidiana è un pesante fardello privo di piacere". Edward Bach ebbe un’idea rivoluzionaria: sosteneva fosse importante curare la mente del malato per ottenere anche la guarigione del corpo. Lavorando in ospedale coi pazienti, e parallelamente in laboratorio sui fiori, ottenne diverse essenze omeopatiche note col nome di Fiori di Bach. In particolare egli elaborò l’Olive per risanare gli individui che consumavano in maniera indiscriminata le energie, sino ad esaurirle del tutto, esponendosi così a molteplici rischi e malattie. Il preparato si ottiene con la macerazione alla luce diretta del sole di fiori in acqua di fonte e brandy. I preparati omeopatici non sostituiscono assolutamente le terapie farmacologiche, ma sono ad esse complementari. Man mano che si assumono i Fiori di Bach e si riscontrano dei miglioramenti, è possibile ridurre la quantità di medicinali, sempre con il consenso del proprio medico.

    Fagiolo Rampicante Mangiatutto Verde Metro a seme rosa gr 100 (250 grammi)

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


    L’Olive: rimedio efficace per combattere lo stress

    Esaurire le energie significa rischiare di ammalarsi.       [fonte: me stesso] Le persone che si curano con l’Olive consumano tutte le loro energie in lavori molto pesanti, o che richiedono grande concentrazione, come il badare a neonati o a malati cronici. Una vasta gamma di disturbi è imputabile allo stress, per esempio le infiammazioni muscolari quali artrosi cervicale e fibromialgia; nel caso del colpo di frusta cervicale, un brusco movimento provoca la contrattura dei muscoli paravertebrali che nella maggioranza dei casi guarisce in tempi abbastanza brevi. L’esaurimento delle risorse energetiche personali è un fenomeno estremamente rischioso poiché ad esso corrisponde un notevole calo delle difese immunitarie: in questo modo l’organismo si presenta inerme all’attacco di virus e infezioni. Ecco perché è importante giocare d’anticipo e scegliere di curarsi con l’Olive già alla comparsa dei primi sintomi: indifferenza e apatia, perdita di vitalità, senso di scoraggiamento. In queste condizioni possono insorgere problemi anche a prendere sonno (insonnia), aumentando il senso di stanchezza. Anche la nausea è un indicatore della spossatezza psicofisica da non sottovalutare: porta rapidamente al vomito e al deperimento fisico, sino alla depressione.


    Rigenerarsi con i fiori di bach: l'olive: L’Olive, un aiuto concreto dai Fiori di Bach

    Cerca il giusto equilibrio tra lavoro e riposo, e la vita ti sorriderà.        [fonte: me stesso] L’Olive costituisce il rimedio ideale per curare sia i sintomi iniziali sia le forme più acute di esaurimento psicofisico. I Fiori di Bach sono atossici e non entrano in contrasto con altre terapie, ragione per cui la loro assunzione è raccomandata per grandi e bambini. La posologia è semplicissima: per quattro volte al giorno si prendono quattro gocce per via orale. Per guarire è altrettanto importante cercare di rallentare i propri ritmi, prendersi un po’ di tempo per se stessi e possibilmente riposare ogni volta che se ne avverte il bisogno. Solo così l’Olive sarà in grado di attuare al meglio il processo di rigenerazione di mente e corpo. Con questo preparato sarà possibile recuperare le proprie forze, la vitalità e il gusto per la vita. E i Fiori di Bach fanno bene anche a piante e animali, risvegliando la loro forza sopita; anche le piante che non germogliano più riusciranno a riprendersi, con le gocce e la giusta dose di acqua e sole.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO