Parietaria

Caratteristiche

Un nome curioso per una pianta officinale, che trae origine da una caratteristica altrettanto curiosa della specie stessa, ovvero la diffusione tra crepe dei muri esterni e lungo le strade. E’ infatti facile trovare questa pianta come generazione spontanea lungo percorsi asfaltati e dei muretti, che con le sue radici nel tempo riesce perfino a distruggere. Alta fino a 70 cm, è particolarmente diffusa anche nei pressi di siepi e vegetazioni boschive più o meno fitte. La parietaria è facilmente riconoscibile per il suo aspetto per via del suo aspetto con fusto cilindrico, di colore rosso bruno e ricoperto di peluria protettiva. Presenta foglie ovali e appiccicose e fiori di piccole dimensioni, di colore verde come il resto della pianta, raggruppati in glomeruli posti all’altezza dell’ascella delle foglie. Si tratta di una pianta che presenta fiori maschili, femminili ed ermafroditi che si sviluppano nel periodo compreso tra maggio e ottobre, per poi dare vita al frutto, un achenio di forma ovale. E’ una pianta inodore di origine tropicale, che trova però ormai vasta diffusione anche nelle nostre zone fino a 700 metri di altezza e può essere all’origine di molte forme di allergie a pollini. In medicina viene utilizzata per le sue proprietà diuretiche, depurative ed emollienti. La pianta trova curiosamente impiego anche per le pulizie in ambito casalingo: con i suoi acheni pelosi è perfetta per la pulizia accurata di vetri o contenitori in vetro.
parietaria

1 SAMBUCUS SAMBUCO NIGRA BLACK LACE IN VASO 19CM caducifoglia

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Principi attivi ed effetti benefici

parietariaLa parietaria trova vasta diffusione in erboristeria grazie alle sue proprietà antinfiammatorie che interessano l'apparato urinario. E' utilizzata principalmente sottoforma di tisane o infusi, da assumere però solamente in caso non si presenti allergia ai suoi pollini. Gli effetti della parietaria sono altamente diuretici, dunque essa svolge anche funzione depurativa e lenitiva; è particolarmente indicata in caso si calcoli renali e infiammazioni della vescica, sulla quale agisce anche stimolando la diuresi. L'azione diuretica della parietaria dipende dalla presenza dei flavonodi e dai sali di potassio, mentre l'acido glicolico e l'acido glicerico sono responsabili dell'azione epatorenale che rende la pianta indicata per i disturbi renali e le infiammazioni. Tra gli effetti benefici della parietaria non vi sono però solamente le proprietà legate all'azione antinfiammatoria: estratti della pianta vengono sfruttati anche ad uso esterno per prodotti cicatrizzanti e lenitivi. Può essere utilizzata come unguento in caso di scottature, in modo tale da sfruttarne anche l'azione analgesizzante.

  • muraiola2 Muraiola è il nome comune della Parietaria officinalis, conosciuta anche come erba vetriola per il fatto che le foglie della pianta si possono usare e sono state ampiamente usate per pulire i vetri d...
  • malva La malva, il cui nome scientifico è Malva sylvestris, è una pianta erbacea cespugliosa appartenente alla famiglia delle Malvacee. E’ coltivata come pianta ornamentale e per le sue straordinarie propri...
  • serenoarepens1 La Serenoa repens, conosciuta comunemente come Palmetto della Florida, è una palma nana che cresce prevalentemente nel Sud Est degli Stati Uniti. Appartiene alla famiglia delle Palmaceae e raggiunge a...
  • sorbo1 Il sorbo, detto anche sorbo domestico o Sorbus domestica è un albero da frutto che cresce in Asia Minore, Spagna ed Europa Meridionale. Appartiene alla famiglia delle Rosacee ed in Italia cresce su t...

Tribulus Terrestris Semi di erbe Bonsai Sementes esterna giardino Erbe Piante

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,36€


Coltivazione e utilizzo

parietaria La maggior parte delle piante di parietaria utilizzata in campo medico e fitoterapico derivano dalla raccolta di germogliazioni spontanee, dal momento che in natura è una specie molto diffusa e facile da trovare anche in grandi quantità. Cresce principalmente in aree boschive, nei pressi di siepi o cespugli, ma anche a ridosso di muri e pareti, che con le sue radici può arrivare a crepare e distruggere. E' una pianta che in ambienti urbani si adatta anche alle condizioni più sfavorevoli per la crescita e lo sviluppo, ma che in ambienti naturali rischia di venire soffocata dalla presenza di altre malerbe. Si trova comqune sul territorio nazionale in grandi quantità. In Italia, la regione a maggior coltivazione di parietaria è l'Emilia Romagna, anche se essa si trova in ogni zona al di sotto dei 700 metri sldm. La coltivazione della parietaria si rivela piuttosto semplice, in quanto cresce in diversi tipi di terreno e in ambienti prevalentemente soleggiati. La propagazione avviene per semina in primavera, con fioritura in primavera ed estate. Il principale utilizzo della parietaria avviene sotto forma di infusi e tisane, che ne sfruttano le proprietà lenitive; le sue foglie possono anche essere lessate e consumate come contorno di verdure o utilizzate nell'insalata. Della pianta vengono utilizzate principalmente le foglie, ma anche estratti in caso di pomate e creme lenitive ad uso esterno, particolarmente diffuse per combattere scottature e per favorire la cicatrizzazione di ferite.


Parietaria: Prodotti in commercio

parietaria Le foglie della parietaria possono essere consumate nel loro stato naturale, come visto, oppure essere utilizzate per creare la droga alla base delle tisane e degli infusi. La pianta viene inoltre utilizzata per creme e pomate lenitive e cicatrizzanti, utilizzandone la porzione aerea. Le tisane e gli infusi possono anche essere utilizzate con frequenza quotidiana o, in caso di infiammazioni renali e della vescica, anche più volte al giorno; meglio quindi dosi ridotte distribuite durante la giornata. Il consumo non comporta particolari effetti collaterali, ma deve essere evitato dalle persone allergiche al polline della pianta; l'allergia alla parietaria è particolarmente diffusa dunque è bene essere certi di non rientrare nella categoria prima di effettuare il consumo. Il consumo della parietaria è legato ad un effetto diuretico che contribuisce alla salute dei reni e della vescica, con effetti depurativi per tutto il corpo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO