funghi boletus

vedi anche: Funghi

Funghi boletus

I funghi sono degli organismi vegetali che si nutrono di altra materia organica o vegetale. In natura esistono migliaia di funghi, appartenenti a tante specie, famiglie e sottospecie. I funghi comunemente conosciuti presentano la classica struttura del cappello, delle lamelle e del gambo, oltre a delle altre importanti formazioni strutturali chiamate cuticola e imenio. Quest’ultimo corrisponde alla parte fertile del fungo, quella destinata alla produzione delle spore. I funghi possono essere commestibili, velenosi, piccoli, medi e giganti. Esemplari commestibili e velenosi possono appartenere alla stessa famiglia o gruppo di funghi. E’ il caso dei funghi boletus, famiglia di funghi che annovera al suo interno esemplari commestibili, velenosi e sospetti. I funghi del genere boletus si chiamano in realtà “porcini”. Questi funghi sono considerati i più pregiati e prelibati. Pregio e prelibatezza appartengono però ai boletus o porcini commestibili, perché, altri boletus sono invece tossici e velenosi.
boletusfunghi2

Boletus Edulis – micelio – funghi funghi foresta – Grow Your Own.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,72€


Caratteristiche

boletusfunghi1 I funghi boletus sono dei funghi tipici dei boschi. Appaiono vicino agli alberi, a volte immersi tra foglie e rami. Si tratta di funghi molto carnosi che possono comparire in qualsiasi periodo dell’anno. In base alla specie si distinguono infatti boletus primaverili, estivi o prettamente autunnali. Per svilupparsi, i boletus necessitano del giusto grado di umidità. A volte possono fare capolino a fine estate, magari dopo una giornata di pioggia. L’importante è che il terreno sia umido, ma non inzuppato. La lista dei funghi boletus è lunghissima. A questo genere appartengono sia varierà commestibili che varietà velenose. I boletus commestibili annoverano circa sedici varietà commestibili, una varietà non commestibile, una tossica, una velenosa, tre sospette e due dalla discreta commestibilità. Naturalmente vanno consumati solo i boletus commestibili. Tra questi, vi sono quelli pregiati, tra cui il boletus edulis, il boletus reticolatus e il boletus vinicola. Tutti questi funghi boletus o “porcini” vengono classificati come “ottimi” dal punto di vista della commestibilità. I funghi porcini o boletus hanno in genere un gambo tozzo, cilindrico e arrotondato verso la base, di colore bianco, e cappello di colore rossastro o bruno o comunque più scuro del gambo. La carne dei boletus commestibili è soda, bianca, molto gustosa e fortemente aromatica. Vista l’abbondanza di varietà, esistono anche boletus con cappello dello stesso colore del gambo o con gambo più scuro del cappello. E’ il caso ad esempio, del boletus satanas, dal gambo rosso e dal cappello quasi bianco. Quest’ultima struttura ( il cappello) ha spesso forma arrotondata e concava verso il basso. Alcuni esemplari possono avere un cappello più largo, piano, quasi frastagliato e un gambo più stretto. L’estrema variabilità delle caratteristiche dei funghi boletus rende a volte difficile distinguerli da altre specie. La raccolta di questi funghi va affidata solo ad esperti e va effettuata solo se si è in possesso della necessaria esperienza. In caso di dubbi conviene far controllare gli esemplari raccolti dai micologi della Asl.

  • porcini1 Il “porcino”, da non confondere con il diminutivo di un piccolo maialino, è il nome di un vasto genere di funghi chiamato “Boletus”. Quello che viene comunemente conosciuto come porcino è il Boletus E...
  • edulisboletus2 E’ considerato il “re dei funghi”, sia per il suo aspetto che per la sua squisitezza. Molti lo chiamano boletus edulis o viceversa edulis boletus. In realtà si tratta del porcino propriamente detto o ...
  • boletusatanas1 Appartiene a una famiglia di funghi che comprende anche delle pregiate specie commestibili. Il fungo di cui parliamo in questo approfondimento non è purtroppo commestibile, anzi: è molto tossico ed è ...
  • esemplare boletus regius Il boletus regius o porcino reale, è un fungo commestibile molto ricercato dagli estimatori. Anche se non ha un sapore eccezionale come gli altri porcini più pregiati, questo fungo può essere consumat...

Boletus Betulicola – micelio – funghi funghi foresta – Grow Your Own.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,24€


Boletus commestibili

I boletus commestibili, come già visto al precedente paragrafo, sono circa 16. Tra questi vi sono funghi eccellenti, ottimi, altri buoni e altri ancora discreti. Quelli eccellenti comprendono una sola specie di porcino, il boletus aereus, fungo commestibile diffuso nelle regioni del Centro e del Sud Italia. I porcini ottimi sono invece il boletus edulis, il boletus reticolatus, il boletus vinicola e il boletus impolicus. Buoni sono invece il boletus speciosus, il boletus rufus, il boletus regius e il boletus luridus. Commestibilità dicreta viene attribuita al boletus dupaini, al boletus queleti e al boletus xerocomus chrysenteron. Esistono anche porcini commestibili non classificati con gli aggettivi indicati per i boletus che si possono mangiare. Ciò dipende dal fatto che questi boletus non hanno odori o sapori particolari, ma sono comunque commestibili. Per gustarli al meglio conviene prepararli con altri funghi. I boletus definiti solamente “commestibili” sono il boletus truncatus, il boletus xerocomus pulverulentus, il boletus luteus, il boletus junquilleus, il boletus fragrans, il boletus erythropus e il boletus badius.


funghi boletus: Boletus non commestibili

I porcini o boletus non commestibili comprendono specie tossiche, specie velenose, specie sospette e specie definite semplicemente “ non commestibili”. I boletus hanno una sola specie tossica: il boletus satanas. Velenoso è invece il boletus lupinus. Il boletus calopus è invece non commestibile, Non è velenoso o tossico, ma risulta immangiabile per il suo sapore fortemente amaro. I funghi boletus annoverano anche tre specie sospette: boletus rhodopurpureus, boletus rhodoxanthus e boletus splendidus. Si tratta di varietà che possono avere caratteristiche simili ai funghi velenosi. Non sia sa con certezza se lo siano davvero, ma la presenza di alcune sostanze tossiche al loro interno li rende non commestibili. Consumarli potrebbe infatti causare seri disturbi gastrici.



COMMENTI SULL' ARTICOLO