castagno

Caratteristiche

Il castagno è una pianta originaria del Mediterraneo ed è estremamente diffusa lungo tutto il territorio italiano, sopratutto nelle Alpi e negli Appennini, in particolar modo tra i 300 e i 1000 metri.

Si tratta di un albero ad alto fusto, che può raggiungere anche i trenta metri, che presenta foglie larghe, lanceolate e con dei margini piuttosto seghettati.

Lo sviluppo del castagno è particolarmente lento e riesce a raggiungere tutta la sua straordinaria bellezza una volta trascorsi almeno cinquant'anni (si tratta di una pianta che può arrivare fino ad oltre mille anni di vita).

L'albero del castagno fa parte della famiglia delle Fagacee.

castagno

pianta Castagne h 20 in vaso 7 x 7 1^ scelta extra castagno piena terra o balcone in vaso

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,9€


Principi attivi

castagno2La castagna si compone per circa il 50% da acqua, da carboidrati per il 45%, proteine, grassi, fibre e ceneri; è da sottolineare, inoltre, la presenza di minerali, tra cui ci sono anche sodio, calcio, fosforo, magnesio, ferro, potassio, zinco, rame e manganese.

Per quanto concerne le vitamine, possiamo sottolineare la presenza della vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, B9, B12, C e D.

Tra gli aminoacidi, invece, si può evidenziare la presenza di acido aspartico, serina, treonina, leucina, prolina, alanina, glicina e acido glutammico.

  • Trapa natans Il suo nome latino è trapa natans: "trapa" è l’abbreviazione della parola composta "calci-trapa", che era un antica macchina da guerra a 4 punte, "natans" viene invece dal verbo latino "natare" che si...
  • Albero castagno Un albero di castagno è generalmente una pianta che ha bisogno di pochissime cure e che si abitua all'ambiente circostante con facilità, per questo motivo si può trovare in numerose zone, anche molto ...
  • Albero ippocastano Gli esemplari di Ippocastano già adulti non richiedono particolari cure, per quanto riguarda l'irrigazione e occorre annaffiarli solo nei periodi particolarmente caldi. Al contrario, le esigenze cambi...
  • camomilla romana La pianta di camomilla romana fa parte della famiglia delle Asteracee e il suo nome scientifico è “Anthemis nobilis L.”.Si tratta di una pianta erbacea poliennale che presenta un fusto estremamente ...

boogardi staketen recinzione Nocciola | Molte misure | Roll recinzione in legno nocciola come economici e durevoli alternativa al Castagno recinzione di (Bauern recinzione)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 49,34€


Proprietà

Le foglie della pianta di Castagno sono estremamente ricche di proprietà benefiche e riescono a svolgere un'azione coadiuvante o anche essere associate ad altre piante come, ad esempio, l'Eucalipto, ma anche il Timo e la Drosera, per contrastare la pertosse o delle forme pertussoidi.

Le gemme del castagno, invece, si caratterizzano per agire sui diversi vasi linfatici, eseguendo un'azione sostanzialmente di drenaggio sulla circolazione linfatica.

Le castagna non presentano al loro interno il glutine e, per tale ragione, si possono consumare anche da tutte quelle persone che hanno il morbo celiaco.

La castagna è estremamente digeribile e si caratterizza per essere suggerita in tutti quei casi di anemia e inappetenza, sopratutto per mezzo della presenza abbondante di fibre che sono molto utili per la funzionalità dell'intestino.

La castagna è estremamente utile anche nei casi di gravidanza, sopratutto per via della presenza di acido folico, riuscendo a svolgere una funzione preventiva la formazione di diverse malformazioni a livello fetale.

Dato che sono estremamente ricche di minerali, le castagne vengono indicate anche per contrastare la stanchezza cronica, così come a tutte quelle persone che devono recuperare le forze in seguito all'influenza.

Il potassio contenuto nelle castagne, invece, si dimostra piuttosto utile per il rinforzamento dei muscoli, mentre il fosforo svolge un'azione di supporto per quanto riguarda la formazione del tessuto nervoso; lo zolfo svolge un'azione prettamente antisettica e disinfettante, mentre il sodio risulta estremamente utile per la digestione e, infine, il magnesio riesce ad agire attivamente sulla rigenerazione dei nervi.

Infine, grazie al buon quantitativo di vitamina Bee di fosforo presenti all'interno delle castagne, queste ultime sono in grado di contribuire alla conservazione di un buon equilibrio nervoso e, per via della presenza degli zuccheri, possono rappresentare un buon alimento alternativo per tutti quei bambini che soffrono di un'allergia al latte.


Frutto

Le castagne rappresentano il frutto dell'albero di castagno e sono del tutto sane e nutrienti, tanto da essere state utilizzate, in passato, come un alimento fondamentale per il popolo, fino ad essere considerato come il “pane del popolo”.

Sopratutto per merito del loro contenuto in carboidrati complessi, le castagne possono essere considerate un vero e proprio alimento base, che ha la particolare caratteristica di poter sostituire i più importanti cereali.

Anche lo storico greco Senofonte, che visse tra il 430 e il 355 a.C., disse che il castagno di poteva paragonare ad una sorta di “albero del pane”.

Dalle castagne si può ricavare anche l'omonima farina, che rappresenta l'ingrediente base per un gran numero di dolci, ma anche molte polente.

Dal punto di vista nutrizionale, la castagna corrisponde ad un alimento qualitativamente importante, sopratutto grazie all'elevata percentuale di amidi che si integra con un buon contenuto di grassi, proteine, sali minerali e vitamine.

Si tratta di caratteristiche che, accompagnate da un ottimo grado di digeribilità, permettono di considerare la castagna un valido alimento anche per gli sportivi.

Nel corso della cottura, gran parte dell'amido viene ridotto in zuccheri semplici, consegnando alle castagne un tradizionale sapore dolciastro e sono sconsigliate a chi soffre di diabete.


castagno: Uso

Sopratutto per via del loro notevole valore nutritivo, all'interno della farmacopea popolare vengono consigliate nei casi di avitaminosi, anemia e debilitazione.

L'infuso e il decotto, che sono estremamente ricchi di tannini, sono molto utili per contrastare bronchiti e diarrea.

Per merito dell'azione antisettica che le castagne sono in grado di svolgere, si possono utilizzare anche degli infusi di foglie di castagno per fare dei gargarismi, costituendo un ottimo rimedio per contrastare infiammazioni che colpiscono la gola e la bocca.

L'acqua di bollitura delle castagne rappresenta un buon fertilizzante per le piante di castagno.


Guarda il Video
  • foglia castagno Il castagno è un albero, che nei boschi italiani può raggiungere i 20-25 metri di altezza, appartenente alla specie cast
    visita : foglia castagno

COMMENTI SULL' ARTICOLO