coclearia

Caratteristiche

La coclearia è una pianta che fa parte della grande famiglia delle Crucifere.

Si tratta di una pianta erbacea biennale o perenne, che si sviluppa spontaneamente, ma che può anche essere coltivata e riesce a raggiungere un'altezza pari a cinquanta centimetri.

La radice si caratterizza per essere particolarmente grossa e per svilupparsi in modo affusolato, mentre le foglie sono concave e denotano un buon grado di carnosità; infine, i fiorellini di colore bianco sono odorosi e terminano in corimbi che si sviluppano nel corso della stagione primaverile.

Nel caso in cui viene stropicciata, questa pianta è in grado di emanare un odore che ricorda molto quello della senape o di rafano.

Questa pianta presenta la particolarità di svilupparsi notevolmente lungo i litorali marini, ma anche presso le abitazioni e i corsi d'acqua, così come viene coltivata negli orti e un po' in ogni luogo.

coclearia

Vivai Le Georgiche Asparagus Officinalis (Asparago Selvatico)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,5€


Coltivazione

coclearia2 Per uno sviluppo ottimale della pianta di coclearia è fondamentale che venga collocata in luoghi in cui non si verifichino gelate tardive; si suggerisce, quindi, di coltivare questa pianta all'interno di un luogo decisamente riparato.

E' importante sottolineare come le foglie di coclearia si caratterizzano per poter essere sfruttate per il consumo alimentare e, per tale ragione, si consiglia l'uso di insetticidi e anticrittogamici per agricoltura, da utilizzare possibilmente il più lontano possibile dal periodo di raccolta.

L'annaffiatura di queste piante deve avvenire solamente ogni 2-3 settimane e bisogna sempre prestare la massima attenzione a bagnare a fondo il terreno, sfruttando anche 2-3 bicchieri d'acqua.

La primavera è, infine, la stagione ideale per provvedere alla concimazione delle piante di coclearia, utilizzando sopratutto quei concimi estremamente ricchi in azoto, in maniera tale da poter favorire la crescita dell'apparato radicale e delle foglie più giovani.

  • cedrina La cedrina, il cui nome scientifico è “Lippia citriodora”, è una pianta perenne che fa parte della famiglia delle Verbenacee e si caratterizza sopratutto per avere una deliziosa fragranza dovuta alle ...
  • chiodi di garofano L'Eugenia caryophyllata (che viene chiamata anche con il nome di Syzygium aromaticum) è un albero di modeste dimensioni, sempreverde, che proviene dalle isole Molucche e viene coltivato prevalentement...
  • cipolla Esistono coltivazioni in ogni parte del mondo e fa parte di una delle più importanti famiglie “naturali” (le Liliacee): stiamo parlando della cipolla, che rappresenta uno di quegli aromi che si posson...
  • consolida La consolida, il cui nome scientifico è Symphytum officinalis, è una pianta che appartiene alla famiglia delle Borraginacee.SI tratta di una pianta erbacea perenne che si sviluppa spontaneamente nei...

Balsamo del cavallo riscaldante extra forte, Gel da massaggio per riscaldamento Cura del corpo con extra forte Effetto, contiene Estratti in foglie di vite rossa, Ippocastano, Melisse, Camomilla, Luppolo, Valeriana, Millefoglie, Vischio e Finocchio "Vegetale" 500ml Barattolo con Pellicola in alluminio sigillata

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,91€


Principi attivi

All'interno di questa particolare pianta officinale, possiamo trovare sali potassici, un olio essenziale estremamente acre, sostanze resinose e pectiche, mirosina, un glicoside caustico che si divide in coclearina in seguito all'attività della mirosina, vitamina C, iodio ed essenza solforosa.


Proprietà

La coclearia officinalis è una pianta che è stata utilizzata per molto tempo per via delle sue proprietà terapeutiche, sopratutto come rimedio efficace per contrastare lo scorbuto, dato che risulta estremamente ricca di vitamina C.

Fino a circa la metà del ventesimo secolo, la tradizione popolare suggeriva di sfruttare questa particolare pianta per svolgere un'azione purificante del sangue, ma anche come diuretico e in caso di tosse ed asma.

Al giorno d'oggi, la coclearia si caratterizza per essere sfruttata sopratutto all'interno delle preparazioni della medicina naturale per combattere reumatismi, gotta, ma anche disturbi che vanno a colpire il fegato e la cistifellea, oltre a svolgere un'azione di protezione contro la stipsi, la mancanza d'appetito, le ferite che impiegano un lungo periodo per rimarginarsi e le ulcere.

La coclearia è una pianta officinale di lunga data che è in grado di svolgere un'azione di supporto estremamente efficace nei confronti dei trattamenti dietetici che servono a perdere peso ed è molto utile anche in tutti quei periodi in cui devono essere effettuate delle cure e trattamenti primaverili, sopratutto per merito delle sostanze contenute, dato che la coclearia è in grado di svolgere anche un'ottima azione diuretica.

Per quanto riguarda l'azione terapeutica, la pianta di coclearia ha la particolare caratteristica di stimolare l'appetito e la digestione.

Inoltre, si tratta di una pianta officinale che è assolutamente in grado di supportare un'azione protettiva contro i disturbi che vanno a colpire il dotto biliare e i reumatismi, oltre a fare in modo di effettuare un'azione stimolante sull'attività delle cellule del fegato.

Inoltre, per merito dell'elevato quantitativo di vitamina C presente, la pianta è in grado di irrobustire il sistema immunitario e di svolgere una funzione di prevenzione e di protezione nei confronti dell'influenza.


coclearia: Uso

Ci sono diverse modalità d'uso che riguardano la pianta di coclearia.

Innanzitutto, possiamo trovare il vino di coclearia, che si caratterizza per dover essere lasciato macerare (con la pianta fresca), con una dose di 3-5 grammi per 100 ml di vino.

Il consiglio è quello di assumere un bicchierino (al massimo tre) ogni giorno.

Il succo, invece, si assume spesso mescolato con l'olio di oliva e, una volta dopo averlo instillato all'interno dell'orecchio, è in grado di contrastare efficacemente la sordità.

L'essenza di coclearia è in grado, invece, di svolgere una funzione benefica nel momento in cui viene utilizzato per effettuare gargarismi, ma può essere decisamente utile anche come dentifricio e collutorio.

La tintura di coclearia si caratterizza, invece, per poter essere preparata dopo aver mescolato il succo fresco e l'alcol a 40 gradi in parti uguali: la dose da assumere consigliata è di circa 10-20 grammi ogni giorno.



COMMENTI SULL' ARTICOLO