Porro

Caratteristiche

Il porro è un ortaggio prezioso per l'alimentazione e anche per la cura di disturbi di varia natura in ambito fitoterapico: il suo sapore è simile a quello della cipolla e le sue origini incerte, anche se si sa invece con certezza che si tratta di una pianta già molto diffusa ed utilizzata anche in antichità, quando già se ne riconoscevano le proprietà benefiche, in molte parti del mondo, dall'Irlanda all'Egitto. In Europa venne portato dai Romani, come dimostrano le testimonianze letterarie dell'epoca che rivelano come del porro venissero apprezzati gli effetti benefici sul sonno e per la gola. Il porro è facilmente riconoscibile per via della sua caratteristica forma composta da un bulbo centrale, che solitamente è la parte che si consuma, dalla quale si allungano le lunghe foglie spesse e rigide, che di solito vengono lasciate da parte, sia perchè meno ricche di principi attivi sia perchè, in quanto parti verdi e dunque più ricche di clorofilla, risultano meno facilmente digeribili. I porri possono essere consumati crudi, cotti o come ingrediente base per minestre, zuppe, risotti e infinite altre ricette, il cui consumo è principalmente invernale. Il porro è un ortaggio in grado di garantire svariati effetti benefici, ma anche un altro potere nutritivo, grazie alle vitamine in esso contenute, che ne fanno un alimento salutare e utile a riequilibrare il corpo ed innalzare le difese immunitarie.
Porri

UEBER Feromoni contro il verme del porro e della cipolla

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,5€


Principi attivi ed effetti benefici

Porri Il cuore del porro è la parte che in assoluto conserva maggiori principi attivi: non a caso si tratta della parte dell'ortaggio che viene comunemente consumata. Essendo molto ricco di acqua, offre tutti i vantaggi di un alimento ipocalorico ma allo stesso tempo ricco di elementi fondamentali per la salute del corpo, in particolare le vitamine: nel porro si trovano in grandi quantità le vitamine A, C e B. L'ortaggio in questione offre inoltre discrete quantità di ferro, calcio, potassio e acido fosforico. Ecco dunque che il porro si rivela un alimento dalle proprietà nutritive e benefiche estremamente varie, e proprio per questo adatte a svariati tipi di disturbi e benefico nelle alimentazioni di praticamente chiunque. In particolare, il porro è indicato in coloro che hanno intrapreso una dieta dimagrante, perchè contenente poche calorie ma comunque molti elementi importanti per la salute. Essendo inoltre ricco di fibre, il porro è consigliato per mantenere pulito e sano l'apparato intestinale, dunque per contrastare problemi legati a stitichezza, infiammazioni delle vie urinarie, disturbi gastrici, ma anche in casi di anemie, artrite, piaghe ed emorroidi: il porro è una risorsa utile per tutte queste situazioni.

  • malva La malva, il cui nome scientifico è Malva sylvestris, è una pianta erbacea cespugliosa appartenente alla famiglia delle Malvacee. E’ coltivata come pianta ornamentale e per le sue straordinarie propri...
  • serenoarepens1 La Serenoa repens, conosciuta comunemente come Palmetto della Florida, è una palma nana che cresce prevalentemente nel Sud Est degli Stati Uniti. Appartiene alla famiglia delle Palmaceae e raggiunge a...
  • sorbo1 Il sorbo, detto anche sorbo domestico o Sorbus domestica è un albero da frutto che cresce in Asia Minore, Spagna ed Europa Meridionale. Appartiene alla famiglia delle Rosacee ed in Italia cresce su t...
  • timo1 Il timo è un piccolo arbusto aromatico che cresce praticamente in tutto il mondo. In Italia lo si può trovare ovunque, sia coltivato che come pianta spontanea. Dalla pianura e fino ad altitudini di 80...

Geo VPR0260 Porro Semi da Germoglio, Marrone

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51,45€


Coltivazione

PorriIl porro può essere coltivato in tutta Italia, in particolare nelle aree dal clima mediterraneo, che è il più congeniale alla crescita e allo sviluppo di questo ortaggio. La coltivazione si rivela piuttosto semplice, ma richiede del tempo: solamente dopo circa un anno dalla semina sarà infatti possibile scorgere le prime fiorescenze e la pianta raggiungerà le sue dimensioni maggiori: a seconda della varietà, il porro può essere alto fino a 80 cm grazie alle lunghe foglie dallo sviluppo verticale e longilineo. La semina può avvenire anche nei mesi più freddi, ai quali il porro reagisce comunque bene, con messa a terra ad appena pochi millimetri di profondità, meglio se su terreno leggero e fertile. Ad ogni modo, se si semina all'aperto meglio aspettare il periodo tra marzo e giugno. Se invece la coltivazione ha avuto inizio in vaso, è possibile optare per la mezza a terra quando la piantina ha raggiunto un diametro di circa un cm. Occorre fare attenzione a mantenere il terreno libero da piante infestanti, che potrebbero soffocare il porro, e mantenere adeguata distanza tra una piantina e l'altra. Il porro necessita di abbondante acqua, da somministrare soprattutto nei periodi di siccità, ma soffre della presenza di ristagni, dunque meglio diminuire le dosi ed aumentare il numero di innaffiature.


Porro: Prodotti in commercio

PorriFatta eccezione per i semi e le piantine giovani da travasare nel terreno, la forma di commercio più diffusa per quanto riguarda questo ortaggio è la vendita diretta dei porri stessi nei reparti alimentari dedicati a verdura e ortaggi. Il consumo principale avviene infatti sotto forma di alimento, anche quando specificamente destinato a particolari scopi fitoterapici. Il porro può essere consumato crudo oppure cotto in infinite varianti e ricette, tenendo sempre presente che è consigliabile evitare di consumare le parti verdi delle foglie, difficilmente digeribili, e concentrarsi invece sul falso fusto che esse formano unendosi alla base. Sul mercato è possibile inoltre trovare infinite varianti di piatti pronti contenenti o a base di porro, dai risotti alle zuppe fino alle minestre, anche se, naturalmente, poter preparare in modo autonomo i piatti, magari sbizzarrendosi con ricette sempre nuove, è una maggiore garanzia di qualità del prodotto.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO