Aralia

Domanda : Aralia

ho ricevuto in regalo una bella pianta, le foglie sembrano delle mani aperte. Come si chiama e come si cura? Grazie mille
aralia


Risposta : Aralia

Buongiorno Nelly e grazie per averci scritto tramite la rubrica dell'esperto di giardinaggio.net. La pianta alla quale ti riferisci e della quale ci hai inviato la foto si chiama Aralia o Fatsia japonica. L'Aralia è una pianta che ha le sue origini in Giappone, caratterizzata dall'avere queste grandi foglie decorative che sembrano, come giustamente hai descritto nella tua domanda, delle grandi mani aperte. L'aspetto seghettato e lobato ricorda vagamente le foglie dell'acero ma gli angoli di inserzione dei lobi sono molto più acuti e stretti rispetto all'acero. La fioritura dell'Aralia è autunnale ed è una pianta che viene co a nord della nostra penisola dove le temperature molto rigide del periodo invernale richiedono di riparare la pianta dal fredo eccessivo.

Durante la bella stagione la Aralia è una pianta che ha bisogno di molta acqua a causa del suo elevato potere traspirante. Durante l'inverno le annaffiature vanno invece ridotte per evitare ristagni idrici. Il terreno deve essere semopre ben drenato ma questa pianta ama substrati umidi e posizioni lontane dal sole, possibilmente con un po' di ombra ed al riparo da spifferi e correnti d'aria.

Tra la fine di settembre e la fine di ottobre la Aralia fiorisce caricandosi di fiorellini bianchi che sbocciano in graziosi mazzi. Per quanto riguarda parassiti e malattie, l'aralia viene colpita spesso dagli afidi ma anche il mal bianco può attaccare di frequente queste piante.

  • Pianta di edera

    Albero rivestito di edera L'edera è una pianta che appartiene alla famiglia delle 'araliaceae' ed è inclusa nel genere 'hedera'. Si tratta di una varietà rampicante lianiforme che si arrampica lungo i muri o su altre specie ve...




commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


15:06:43 -
nelly - commento su Aralia
in pratica l£Aralia va trattata come il ficus benjamin. Niente sole diretto,e acqua abbongante. E£ quell£abbondante che non capisco, devo innnaffiarla tutti i giorni, basta che non ci sia il ristagno idrico nel sottovaso. Capisco giusto? Grazie Nelly