infusi

I rimedi naturali, molte volte, sono quelli più efficaci e ci permettono anche di non assumere tutte quelle sostanze chimiche che sono contenute nei comuni farmaci.

Tra i più diffusi rimedi casalinghi, per combattere diversi disturbi e malanni, troviamo senza dubbio anche gli infusi, ovvero dei composto liquidi, che si possono ottenere mediante un procedimento estrattivo denominato infusione.

L'infuso si può ottenere versando dell'acqua, fatta precedentemente bollire, sulla componente vegetali da cui si ha intenzione di ricavare l'elemento idrosolubile.

E' piuttosto risaputo che, tra tutti i metodi di estrazione della componente idrosolubile delle erbe, l'infusione è, senza ombra di dubbio, quella maggiormente praticata e diffusa, anche per via della facilità con cui si portano a termine i vari passaggi.

E' importante conoscere la distinzione tra infuso e decotto, ... continua


Articoli su : infusi


1          3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Infuso di alloro

      infuso di alloro Molte persone non conoscono il valore prezioso dell'infuso di alloro, un valido alleato per combattere molti disturbi ed in particolare quelli legati all'apparato respiratorio
    • Infuso di finocchio

      semi di finocchio L'infuso di finocchio è un toccasana contro i disturbi della digestione più frequenti..provare per credere: ecco un po' di consigli e una ricetta che vi darà molti benefici
    • Infuso di camomilla

      infuso di camomilla Uno degli infusi più consumati è senza dubbio la camomilla...ecco alcune tecniche per conservare e consumare degli ottimi infusi di camomilla
    • Infuso di rosmarino

      infuso di rosmarino Tutte le proprietà dell'infuso di rosmarino descritte in questo approfondimento dedicato a chi è alla ricerca di terapie naturali
    • Infuso di menta

      infuso di menta L'infuso alla menta vine utilizzato come rimedio per le infiammazioni genegivali o come un'ottima bevanda rinfrescate.
    • infuso di zenzero

      infuso di zenzero Molte volte siamo alla ricerca di qualcosa che possa migliorare la nostra digestione, senza però dov
    • infuso di carciofo

      infuso di carciofo Realizzare un infuso a base di foglie di carciofo non è certamente un'operazione complicata o che oc
    • Infuso di tiglio

      tiglio L'infuso di tiglio ottimo rimedio contro i raffreddori e le bronchiti, ecco come utilizzarlo
    • Infuso di malva

      infuso di malva L'infuso di malva ha proprietà antifiammatorie e spesso viene utilizzato per pulire gli occhi quando sono molto infiammati o con congiuntiviti.
    • Infuso di ortica

      infuso di ortica L'infuso all'ortica ha un sapore molto gradevole e combatte la ritenzione idrica.
    • Infuso di melissa

      infuso di melissa L'infuso di melissa aiuta a combattere l'ansia ma ha anche un'azione lenitiva dei distrurbi mestruali, ecco come preparare questo infuso
    • Infuso di rosa canina

      infuso di rosa canina L'infuso di rosa canina è un'ottima bevanda dal gusto gradevole e dalle proprietà antinfiammatorie, ecco come prepararla
    1          3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , visto che è piuttosto facile fare confusione: nel decotto, a differenza di quanto avviene nell'infuso, si fanno bollire anche le componenti vegetali e non solo l'acqua.

      L'infuso presenta il vantaggio, rispetto al decotto, di poter estrarre anche quelle componenti che hanno una grande facilità a degradarsi o che si disperdono nel corso della fase di ebollizione.

      Proprio per via dei tempi di preparazione piuttosto limitati, la droga deve essere formata da tessuti piuttosto teneri, come le foglie o i fiori che, possibilmente, devono essere pestati o ridotti in polvere in precedenza.

      Invece, le parti più resistenti delle piante, come ad esempio la corteccia o la radice, vengono utilizzate più frequentemente per la preparazione dei decotti.

      Tra le principali caratteristiche dell'infuso, dobbiamo sottolineare come debba essere consumato in un tempo piuttosto ridotto, sopratutto quando vengono impiegate delle droghe fresche.

      Certamente un infuso si può mantenere in frigorifero, ma ricordiamo che la sua conservazione non può durare più di un giorno.

      Quindi, la droga che impieghiamo per la preparazione di un infuso, deve essere sempre precedentemente polverizzata o sminuzzata, in maniera tale che il solvente possa penetrare più in profondità.

      La preparazione di un infuso è molto semplice, dato che sarà sufficiente versare l'acqua bollente sulla droga, per poi lasciare a riposo il composto per un periodo compreso tra cinque e venti minuti (in relazione alla tipologia di droga che si impiega): quest'ultima fase di attesa, viene comunemente chiamata macerazione e dura fino al momento in cui l'infuso non è diventato freddo.

      Infine, si ricorre al filtraggio e poi si potrà servire l'infuso in tavola.

      • infusi L'infuso di zenzero, molto utilizzato nelle medicina tradizionale orientale, è un rimedio efficace per curare il corpo i
        visita : infusi