Stili bonsai

Il pregio di una pianta bonsai sta nella sua forma o nella forma che il coltivatore riesce a conferirle. Esistono tecniche che consentono di creare bonsai dalle forme davvero originali e stupefacenti. Coloro che praticano l’arte di dare forma alle piante bonsai vengono proprio chiamati “bonsaisti”. I più bravi maestri del bonsai sono giapponesi, perché l’arte bonsai nasce direttamente dalla filosofia Zen. Questa filosofia si è talmente diffusa nel mondo occidentale che i bravi bonsaisti, specie appassionati, si trovano ormai ovunque.L’arte del bonsai consiste, come già detto, nel dare una forma alla pianta in miniatura. La forma può assumere diversi andamenti o direzioni, chiamati “stili”. Gli stili del bonsai rappresentano un’arte dentro l’arte, perché comprendono diverse regole e metodi di coltivazione che mirano a dare una specifica forma al bonsai. La regola generale dello stile bonsai prevede che la pianta abbia almeno i due terzi del tronco che sporgono dal vaso. Alcune parti possono anche mostrare delle ferite, ... continua

Articoli su : Stili bonsai


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Bonsai boschetto

      bonsaiboschetto Consigli, tecniche e suggerimenti sulla creazione del bonsai boschetto, cosa sapere e come procedere
    • Bonsai su roccia

      bonsai su roccia Guida pratica alla creazione dei bonsai su roccia: cosa sono, come procedere, quali tecniche usare e come far attecchire le radici del bonsai sulla roccia
    • Coltivazione bonsai

      coltivazione bonsai In questa pagina, consigli utili alla coltivazione bonsai, cosa sapere, come procedere, quali stili e quali piante scegliere
    • Pinzatura bonsai

      pinzaturabonsai In questa pagina, metodi e tecniche su pinzatura bonsai. Cosa sapere, come e quando procedere
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , in modo da dare all’albero un aspetto vissuto ma non meno importante dal punto di vista estetico. La forma della chioma viene data dai rami più grandi ( che devono dirigersi ai lati) e poi da quelli più piccoli. Anche le foglie del bonsai vanno mantenute piccole, per rispettare quella filosofia legata all’equilibrio tra le varie parti della pianta in miniatura.

      In base alle forme e alle direzioni conferite al bonsai, si distinguono diversi tipi di stili. I principali stili bonsai sono: eretto formale, eretto casuale, inclinato, tronchi gemelli o madre e figlio, scopa rovesciata, radici su roccia, radici nella roccia, a zattera, letterati e a boschetto. Ognuno di questi stili comprende un diverso portamento della pianta. I nomi degli stili derivano da un termine giapponese opportunamente tradotto. Nei singoli articoli della nostra sezione daremo anche il nome originale e spiegheremo le modalità di creazione dei singoli stili bonsai.Come visto al paragrafo precedente, gli stili bonsai sono tantissimi. Gli stili eretti sono quelli classici e più semplici da realizzare, perché danno alla pianta un portamento eretto verso l’alto. Gli stili inclinati danno al bonsai un portamento della chioma e del tronco inclinato verso destra o verso sinistra. Lo stile madre figlio o tronchi gemelli comprende due tronchi di diverse dimensioni, di cui quello più grande sembra abbracciare quello più piccolo. Dare uno stile al bonsai richiede di seguire delle precise tecniche colturali, specie potature di formazione, che vedremo meglio negli articoli di questa sezione.


      Guarda il Video
      • stili bonsai Nell'arte del Bonsai gli stili che si sono mano a mano imposti nel tempo sono circa una trentina. Ognuno di essi riprodu
        visita : stili bonsai