aglio

L'aglio è una di quelle piante che possono vantare un gran numero di proprietà terapeutiche: senza ombra di dubbio, tra di esse, la più importante è quella antiaggregante piastrinica.

In particolar modo, all'interno dell'aglio, troviamo un gran numero di sostanze (come ad esempio l'allicina) che sono in grado di diminuire, in modo piuttosto notevole, l'aggregazione delle piastrine, ovvero quella capacità di costituire dei coaguli.

L'azione benefica che viene svolta dall'allicina e dalle altre sostanze presenti all'interno dell'aglio, è fondamentale, per via del semplice fatto che contribuisce alla diminuzione di tutti quei rischi connessi a disturbi trombotici che si verificano nei vasi sanguigni e che possono portare pericoli estremamente gravi per la salute del corpo umano.

Ad ogni modo, l'azione contro l'aggregazione piastrinica non è assolutamente l'unica funzione terapeutica svolta dall'aglio.

Infatti, ... continua


Articoli su : aglio


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
    • Spicchio d'aglio

      spicchio d'aglio A volte è sufficiente un piccolo spicchio d'aglio per dare un po' di sapore ai piatti o per ricevere un po' dei numerosi benefici che questo bulbo speciale è in grado di regalare
    • Aglio proprietà

      aglio proprietà L'aglio è una pianta molto utilizzata in cucina per le ottime proprietà dei suoi bulbi, i quali però sono dotati anche di fantastiche proprietà erboristiche e fitoterapiche...scopriamole insieme
    • Aglio orsino

      aglio orsino L'aglio orsino svolge un'azione depurativa e disinfettante ma ha anche molte altre proprietà fitoterapiche scopriamo quali
    • Aglio di Vessalico

      aglio di vessalico L'aglio di Vessalico oltre ad essere utilizzato in cucina ha ottime proprietà fitoterapiche ecco quali.
    • coltivare aglio

      coltivare aglio Una delle più interessanti piante di origine bulbosa è indubbiamente l'aglio: pianta perenne, caratt
    • ipertensione aglio

      ipertensione aglio Stiamo parlando di una di quelle piante che vengono impiegate fin dall'antichità, sopratutto per il
    • prodotti con aglio

      prodotti con aglio La parte della pianta di aglio che viene maggiormente impiegata corrisponde, senza ombra di dubbio,
    ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      prosegui ... , tale arbusto si caratterizza per svolgere anche un'azione di contrasto al colesterolo, sopratutto nel caso in cui i livelli di colesterolo che sono presenti all'interno del sangue oltrepassano i 250 mg/dl.

      Numerosi test e studi scientifici hanno portato alla luce come gli estratti secchi di aglio abbiano la particolare capacità di svolgere un'azione benefica sul colesterolo, mentre al contrario la polvere e il macerato oleoso di aglio non sono altrettanto efficaci, dal momento che non riescono ad incidere sui disturbi connessi al colesterolo alto.

      Le due azioni terapeutiche che abbiamo descritto, permettono di considerare l'aglio anche come un discreto rimedio per i trattamenti preventivi contro l'aterosclerosi, in particolar modo per quanto concerne tutte quelle persone che potrebbero più facilmente contrarre questa malattia, come gli obesi, diabetici, soggetti ipertesi o con livelli di colesterolo troppo alti.

      Tra le altre funzioni benefiche svolte dall'aglio, non dobbiamo dimenticare come un ruolo di prim'ordine sia svolto dall'azione antibatterica, che si traduce sopratutto nella capacità di combattere i germi che vanno ad attaccare principalmente le vie respiratorie.

      Si tratta di un'azione benefica a due facce, visto che è in grado sia di garantire la distruzione di tutti quei germi pericolosi per l'apparato respiratorio, ma riesce anche a fare in modo di evitare lo sviluppo e la riproduzione degli stessi germi.

      La pianta dell'aglio si caratterizza anche per avere una tipica azione antifungina, in special modo su tutti quei funghi che vanno ad attaccare la cute, mentre si dimostra piuttosto interessante anche l'azione antivirale.

      Un buon numero di studi che sono avvenuti recentemente, ha dimostrato come la pianta di aglio riesce ad essere particolarmente efficace anche nei confronti delle verruche: la modalità di utilizzo per contrastare tale disturbo, spesso si traduce nell'applicazione sulla parte interessata di aglio fresco pestato, anche se bisogna prestare particolare attenzione alla possibilità che si verifichino effetti controindicati, come ad esempio reazioni allergiche, che si potrebbero manifestare a livello locale.

      Solamente il fatto che la pianta di aglio presenta un apparato radicale che si sviluppa in modo superficiale è indice dell'altissimo livello di attenzione che è necessario prestare per quanto riguarda le lavorazioni del terreno.

      Ovviamente si dovrà andare a preparare il terreno lavorandolo in superficie più che in profondità, per fare in modo di evitare possibili danni alle radici della pianta di aglio.

      Nel momento in cui si sviluppano gli steli fiorali (anche se è una consuetudine piuttosto rara) si deve procedere ad un'operazione di taglio, ancora quando si trovano all'interno dei boccioli, visto che nel caso in cui si lasciassero crescere sulla pianta, andrebbero a consumare tutte quelle riserve che si trovano nei bulbi.

      Nel momento in cui si decide di coltivare la pianta di aglio in pieno campo, allora non ha bisogno di frequenti irrigazioni, dato che, di solito, le piogge risultano ampiamente sufficiente a soddisfare l'intero bisogno idrico.

      E' necessario, in ogni caso, prestare particolare attenzione al fatto che, nel momento in cui si verifica l'ingrossamento dei bulbi (che nella maggior parte dei casi e nelle regioni a clima temperato avviene durante i mesi di maggio e giugno), si deve procedere ad effettuare delle costanti annaffiature.

      Con il passare del tempo e una volta che i bulbi diventano sempre più maturi, ovviamente le foglie di alloro si inizieranno a piegare e a seccarsi: proprio in tale periodo, è necessario bloccare ogni tipo di annaffiatura, dato che un terreno umido fa solo in modo di favorire la presenza e la crescita di marciumi.

      La tipologia di terreno che si intende sfruttare per la posa a dimora che riguarda i bulbi, deve soddisfare diversi requisiti: prima di tutto, il terreno deve avere un elevato livello di fertilità, ma anche di leggerezza e, sopratutto, non deve favorire la formazione di tutti quei pericolosi ristagni idrici che possono mettere in pericolo salute della pianta di aglio.

      La concimazione, invece, è un'operazione che deve essere eseguita solamente con quelle tipologie di concimi minerali, visto che al contrario, quelli organici, si caratterizzano per non essere proprio adatti per queste piante, visto che hanno l'effetto di creare marciumi radicali.L'aglio rappresenta un rimedio particolarmente efficace, come abbiamo già detto in precedenza, per l'apparato respiratorio, sopratutto a livello dei bronchi.

      Per quanto riguarda i trattamenti contro le otiti esterne, il consiglio è quello di utilizzare due o tre gocce di succo fresco, ma anche di olio d'aglio, all'interno di un batuffolo di cotone e poi collocarlo nell'orecchio.

      Per quanto riguarda, invece, la possibilità di curare degli ascessi dentali o di carattere gengivale, ma si tratta di un'alternativa utile anche nei casi di faringite, si può sfruttare un tipico trattamento con l'aglio.

      In poche parole, si dovrà ricavare uno spicchio e poi premerlo piuttosto delicatamente tra i denti, collocandolo poi all'interno della bocca nella parte interessata dal disturbo.

      L'aglio, nel caso in cui venga sfruttato con queste modalità, si dimostra un ottimo aiuto per contrastare i disturbi che abbiamo elencato in precedenza, anche se esiste una piccola possibilità che si verifica una bruciatura dell'epitelio della guancia.

      Tutti quei pazienti che presentano delle infezioni enteriche, riescono ad sopportare molto bene l'aglio nel momento in cui sono in grado di non rigettarlo.

      Per quanto concerne la sua tipica funzione antimicotica, l'aglio può essere frequentemente sfruttato in congiunzione con antibiotici convenzionali, in maniera tale da garantire un maggiore vigore nel trattamento, ma anche per fare in modo di diminuire la possibilità che accadano degli effetti collaterali, come possono essere la diarrea o la candida vaginale.

      L'aglio riesce ad essere piuttosto utile anche quando si tratta di prestare attenzione a tutte quelle situazioni che culminano con una dissenteria amebica e pare, secondo alcuni studi scientifici, che sia particolarmente efficace anche quando si tratta di dare maggior vigore alla ricrescita della flora batterica benefica.

      Nel momento in cui si considerano le modalità di assunzione per via esterna, indubbiamente il succo di aglio riesce a svolgere una discreta azione antisettica, particolarmente importante per tutti quei casi in cui è necessario trattare le ferite, ma si può anche sfruttare efficacemente per contrastare calli, porri e diverse tipologie di infezione virale che vanno a colpire la pelle.

      Per chi abbia intenzione di curare la sinusite con l'aglio, può provvedere a lessare, per qualche minuto, una buona quantità di aglio e poi inserirlo all'interno di una garza che si può poi applicare direttamente sulla fronte.

      Nel momento in cui la garza si raffredda, sarà necessario provvedere al reinserimento di altro aglio caldo, oppure riposare, lasciando sul proprio comodino uno spicchio d'aglio, dopo averlo opportunamente schiacciato (in quest'ultimo caso, si dimostra un trattamento particolarmente efficace anche quando bisogna curare asma, raffreddori o riniti allergiche).

      L'aglio si dimostra utile anche nei casi in cui bisogna curare la cervicale: infatti, si può preparare un impacco di aglio schiacciato per poi applicarlo direttamente sulla parte interessata dal dolore o disturbo, lasciandolo almeno per trenta minuti.

      La principale alternativa è rappresentata dalla possibilità di effettuare dei massaggi sulla parte dolente, con dell'olio canforato insieme all'aglio.

      Tra i più importanti prodotti a base di aglio che si possono trovare all'interno di erboristerie e farmacie, troviamo indubbiamente gli integratori alimentari.

      Si tratta di prodotti in capsule, che sono costituiti da aglio in estratto secco e che servono essenzialmente per garantire una migliore assimilazione degli alimenti e può certamente aiutare ad incrementare il rendimento di un pasto, fino ad una percentuale pari al 10%.

      Ovviamente, le dosi consigliate non devono mai essere superate: si parla di una capsula da assumere due volte ogni giorno, insieme ad un bicchiere d'acqua e soprattutto nel corso dei pasti.

      Tra gli altri prodotti realizzati con l'aglio troviamo anche le perle di aglio oleoso, che si caratterizzano per svolgere un'azione di diminuzione del colesterolo e di fluidificazione del sangue: in questo modo, si riesce anche a svolgere un'azione preventiva dell'arteriosclerosi, oltre a diminuire la pressione.

      Si tratta, ad ogni modo, di un integratore che va assunto nella misura massima di di 6 capsule al giorno ed è meglio evitare di andare oltre le dosi che sono indicate all'interno della confezione.

      In entrambi i casi, il prezzo di questi prodotti, come integratori alimentari, a base di aglio è compreso all'incirca tra 10 e 25 euro.

      Per quanto riguarda i prodotti a base di aglio che tengono sotto controllo la tachicardia, l'estratto oleoso di aglio in capsule è particolarmente diffuso e si caratterizza per svolgere un'importante azione ipotensiva.


      Guarda il Video