Vasi per bonsai

Le piante bonsai vengono solitamente coltivate in vaso. Il contenitore è infatti parte integrante di tutte le tecniche colturali che portano alla creazione del bonsai. In genere, i vasi per le piante bonsai cambiano di dimensioni tra un rinvaso e l’altro. La formazione dell’alberello in miniatura avviene infatti spostandolo periodicamente in un nuovo contenitore. La scelta dei vasi per bonsai deve dunque tenere conto dello stato di maturazione della pianta, della sua forma e della specie a cui appartiene. I vasi per bonsai vanno quindi scelti secondo una doppia valutazione: estetica e colturale. La prima si lega alla varietà di bonsai coltivato; la seconda, allo stadio di sviluppo e di formazione della pianta. Da questa premessa si deduce che l’argomento “vasi per bonsai” è molto complesso e variegato ed è per tale motivo che abbiamo deciso di pubblicare un’apposita sezione intitolata proprio “ vasi per bonsai”. Al suo interno si possono trovare contenuti relativi agli stili del vasi, ... continua

Articoli su : Vasi per bonsai


ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
        prosegui ... , ai colori, ai modelli e ai materiali. In questa nostra presentazione anticipiamo subito che i vasi per i bonsai sono spesso di provenienza cinese o giapponese. Si tratta di vasi appositamente progettati per i maestri bonsaisti, con forme e stili davvero molto particolari. I vasi cinesi sono spesso in plastica e smaltati, mentre quelli giapponesi sono in ceramica o gres naturale. I primi, naturalmente, hanno un prezzo più abbordabile, ma anche la qualità dei vasi cinesi sta lentamente migliorando. Durante la formazione del bonsai, la scelta del vaso è strettamente vincolata alla crescita della pianta. Il primo vaso deve essere abbastanza grande per consentire lo sviluppo delle radici; la profondità deve essere almeno un terzo del tronco. I successivi rinvasi del bonsai devono prevedere vasi sempre più piccoli, poiché le radici, potate a ogni trapianto, cresceranno sempre meno. La forma dei vasi può essere rotonda, a ciotola, rettangolare o quadrata. Questa varia in base alla forma del bonsai. Quelli con forme “maschili” possono avere la forma quadrata, mentre quelli con forme “femminili” possono avere la forma arrotondata. Le forme dei vasi per bonsai possono essere anche trapezoidali, ovali o a ciotola, dipende tutto dalla forma che si vuole dare all’albero. I materiali dei vasi per bonsai spaziano dalla plastica, alla ceramica, al cotto, al gres, sia naturale che smaltato, alla roccia e alla pietra. Questi ultimi materiali servono per creare il bonsai su roccia. La roccia si può scavare e usare come vaso, oppure si può a sua volta interrare all’interno di un vaso in plastica. Il fondo dei vasi per bonsai deve anche essere dotato di un foro per favorire il drenaggio dell’acqua. Per alcuni bonsai che necessitano di un substrato sempre umido, può essere necessario aggiungere sul fondo anche materiale a grana grossa. Le esigenze idriche del bonsai condizionano anche la scelta dei materiali. Per gli alberelli che amano acqua e umidità costante, conviene scegliere il vaso in plastica o in ceramica e in gres, sia smaltato che naturale. Per i bonsai che preferiscono i substrati più asciutti, si possono usare vasi in cotto, molto porosi e in grado di assorbire facilmente l’umidità. Nel bonsaismo esistono però delle regole stilistiche ben precise da seguire: per i pini e le conifere, ad esempio, bisogna usare vasi smaltati; per gli alberi a foglia caduca si possono usare sia vasi smaltati che vasi con colorazione naturale; per gli alberi con fiori e frutti si devono usare vasi con colori brillanti. La scelta di questi ultimi può essere affidata ai gusti personali o alle tonalità dell’ambiente in cui i vasi per bonsai saranno collocati. Sui colori dei vasi per bonsai esiste comunque l’imbarazzo della scelta, trattandosi di piante che vanno spesso collocate in giardino o sul balcone, conviene scegliere colori naturali come il cotto, il nero e il grigio. I bonsai da appartamento possono stare benissimo su vasi lucidi e smaltati. Questi contenitori sono perfetti per integrarsi in ambienti arredati con cura e caratterizzati da colori vivaci. Ulteriori informazioni sui vasi per bonsai sono contenute all’interno degli articoli della nostra sezione, dove parleremo più nel dettaglio delle singole caratteristiche dei contenitori su cui coltivare gli alberi in miniatura. Nello specifico parleremo dei colori, degli stili, dei modelli e dei materiali dei vasi per bonsai. Consultando i singoli articoli, gli aspiranti bonsaisti potranno imparare a coniugare i propri gusti con le regole dell’arte bonsai. La regola chiave per coltivare un bonsai in un vaso adatto è solo una: imparare a rispettare le esigenze della pianta. Questa può e deve essere modificata in base allo stile sognato o desiderato, ma il vaso su cui far espandere le radici deve essere adatto a contenerle tutte, sia nella fase di maturazione che nella fase del rinvaso e del taglio delle stesse. Per gli altri suggerimenti e consigli sulle caratteristiche e sulla scelta dei vasi, vi rimandiamo ai singoli contenuti della nostra sezione. Buona lettura.


        Guarda il Video