Calla Palustris - Calla palustris

vedi anche: Significato Calla

La Calla Palustris

All’interno di questo articolo racconteremo della calla palustris, una pianta acquatica molto bella che decora laghetti, bacini d’acqua e sponde di stagni e fiumi.

La calla palustris o calla di palude è una pianta acquatica di tipo perenne originaria dell’Europa, America e dell’Asia del nord. E’ una pianta rizomatosa che popola soprattutto luoghi come paludi, stagni, laghi inserendo le proprie radici nei fondali ma può essere anche di tipo galleggiante; non ha grandi dimensioni, può raggiungere i venticinque centimetri di altezza. La calla palustris presenta foglie carnose a forma di cuore che possono arrivare ad una lunghezza di dodici centimetri. Durante il periodo estivo produce delle infiorescenze molto particolari avvolte da una grande brattea di colore bianco, la spata. Il frutto della calla palustris è una bacca rossa al cui interno si trova il seme.

call palustris


Ambiente ed esposizione

L’ambiente preferito dalla calla palustris sono le paludi, gli stagni e i fondali dei vari specchi d’acqua. Ama le posizioni soleggiate ma, essendo una pianta resistente e rustica, non teme il freddo anche se bisogna fare attenzione alle gelate.

  • Significato Calla

    fiore di calla rosa "Le calle sono di nuovo in fiore. Un fiore strano, adatto a qualsiasi occasione. Le ho utilizzate il giorno del mio matrimonio, e ora le ho poste qui in memoria di qualcuno che è morto", spiegava Kath...
  • Fiori Calla

    calla La parte della calla che noi comunemente ed erroneamente chiamiamo fiore, sono delle spate, cioè delle brattee, più specificatamente delle foglie mutate che circondano i fiori e le infiorescenze con l...
  • Calla Pianta

    Varietà di calle La pianta della calla è originaria dell’Africa centrale e non sono molte le persone che la conoscono col suo nome scientifico: zantedeschia. Si tratta di una bulbosa perenne caratterizzata da fusti er...


Terreno

Questo tipo di pianta non è particolarmente esigente riguardo al terreno, anche se lo preferisce un po’ acido. Quando si procede con il trapianto, andrà sistemare in un recipiente con della sabbia mista a terra universale e messi in uno specchio d’acqua non eccessivamente profondo.


Messa a dimora

Quando si procederà con il trapianto, la calla palustris andrà sistemata in un recipiente con della sabbia mista a terra universale e messa in uno specchio d’acqua non eccessivamente profondo oppure si potrà porre a dimora ai margini di laghi e stagni.


Acqua ed annaffiature

Preferisce acque tranquille e ferme di paludi, stagni ecc., non troppo basse perché sono più soggette a gelate e, come detto in precedenza, questa pianta le teme molto. Necessitano di abbondanti annaffiature in quanto il terreno deve sempre essere umido.


Concimazione

Come detto per altre piante acquatiche, anche la pianta palustris va concimata sciogliendo il concime nell’acqua oppure si può utilizzare quello di tipo granulare. Possiamo trovare concimi specifici per questo tipo di piante in vivai e negozi specializzati.


Riproduzione

La calla palustris di moltiplica per seme o divisione dei rizomi. La prima si realizza nella stagione autunnale mettendo i semi estratti dai frutti in un terreno con sabbia e torba mantenuto umido; quando le nuove nate avranno raggiunto una grandezza sufficiente si pianteranno su fondali oppure ai margini di specchi d’acqua. La divisione dei rizomi si effettua anch’essa durante la stagione autunnale, dividendo appunto i rizomi e lasciandoli radicale in acqua per poi trapiantarli nel periodo primaverile successivo.


Fiori

Le infiorescenze della calla palustris sono del tutto simili a quelle della calla normale, sono avvolte da una spata di colore bianco e si sviluppano da giugno ad agosto.


Malattie e parassiti

Essendo una pianta rustica e molto forte, non è particolarmente presa di mira da parassiti e malattie. Si potrà comunque procedere con un trattamento preventivo contro parassiti e funghi.


Vendita

Nei negozi specializzati è facilmente reperibile da aprile ad ottobre.


Oltre alla Calla...

Come la calla palustris, anche altre piante si possono posizionare sui margini di laghetti e stampi, di seguito ve ne elencheremo e spiegheremo alcune.

Calamo Aromatico: questa pianta possiede foglie a forma di spada e può arrivare ad un’altezza di settanta centimetri.

Mestolaccia Lanceolata: questa pianta acquatica può avere uno sviluppo fino a cinquanta centimetri.

Giunco Fiorito: produce fiori di colore rosa e può essere alta anche un metro.

Caltha Palustris: di colore giallo o bianco, con altezza fino a cinquanta centimetri, produce fiori doppi.

Sagittaria Gigante: pianta acquatica che sviluppa fiori di colore bianco e raggiunge un’altezza di cinquanta centimetri.

Giaggiolo Acquatico: produce fiori meravigliosi di colore blu scuro-bianco, arriva ad un’altezza di settanta centimetri.

Lysichiton Americano: ha grandi fiori di colore giallo che sbocciano nei mesi di maggio e aprile, è piuttosto piccola, arriva ad un’altezza massima di trenta centimetri.

Lysichiton Camtschatcensis: presenta brattee di colore bianco con dimensioni più ridotte rispetto alla precedente.

Lysimachia Thyrsiflora: presenta fiori di colore giallo che sbocciato dal mese di maggio. Questa pianta può arrivare ad un’altezza di trenta centimetri.

Mentha Aquatica: ha uno sviluppo molto consistente e può raggiungere i cinquanta centimetri di altezza.


Curiosità

Come molte altre piante molto belle e decorative, anche questa presenta un inconveniente da non sottovalutare, infatti è tossica se consumata fresca.

La calla palustris è molto velenosa, alcuni sintomi da intossicazione possono essere: rigonfiamento della faringe e della lingua, vomito, dolori addominali, diarrea, tachicardia, coma.

Questa pianta perde la sua velenosità se fatta essiccare, infatti dopo questo processo i rizomi diventano commestibili.



Guarda il Video

commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


08:35:59 -
Beatrice Meloni - commento su Calla Palustris
a quanti centimetri va sommersa nel laghetto la calla acquatica?Grazie