Ricino

Caratteristiche

Il ricino è una pianta estremamente diffusa e nota in fitoterapia, ma il suo utilizzo è legato a precise norme e regole. La diffusione e l'utilizzo dei semi interi del ricino, infatti, è proibita, proprio perché i semi se utilizzati nella loro interezza possono risultare tossici e perfino mortali. Nonostante ciò, in fitoterapia viene utilizzato l’olio di ricino estratto dai semi stessi, che non provoca danni per l'uomo. Nonostante si tratti di una pianta di origine africana, più precisamente dell'aria tropicale, attualmente il ricino è diffuso in molte parti del mondo, dove il clima permette la sua crescita e il suo sviluppo. La pianta del ricino può raggiungere anche notevole altezza e presenta foglie spalmate e caduche, divise in cinque o sette lobi dei bordi dentati, tra le quali si sviluppano le capsule acuminate contenenti ciascuna tre semi, dal colore marmorizzato rosso o nero. All'interno dei semi si trova invece l'olio che costituisce una preziosa risorsa fitoterapica. Diverse sono le applicazioni dell'olio di ricino, noto innanzitutto come potente lassativo, ma sempre più frequentemente diffuso anche per la cura dei capelli e per prodotti di bellezza. Per via delle pericolose controindicazioni, l'olio di ricino e prodotti derivanti dalla pianta di ricino vanno assunte con attenzione e con la certezza dell'affidabilità del prodotto. La pianta del ricino è diffusa anche a scopo decorativo, in quanto alcune varietà possono presentare parte delle foglie e dei piccioli di un caratteristico colore rosso.
Pianta di ricino

tazze di ricino mobili piano di protezione scivola marrone + feltro 60mm (pacchetto di 12)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,88€


Principi attivi e benefici

Pianta di ricinoL'efficacia dell'olio di ricino è legata alla forte presenza di acido ricinoleico una sostanza in grado di alterare la mucosa intestinale dell'uomo e provocare grosse perdite di acqua ed elettroliti. In questo modo i sali minerali nel corpo vengono eliminati, dunque l'azione svolta dall'olio di ricino è molto potente ed irritante per l'intestino. Esso si rivela, tuttavia, benefico e salutare in caso di forte stitichezza o necessità di depurare il corpo. Al contrario, i semi interi contengono abbondanti dosi di ricina, una sostanza tossica che può provocare gravi intossicazioni e portare l'essere umano anche alla morte. Date le caratteristiche dell'olio di ricino, è bene accertarsi prima dell'assunzione che non vi sia presente un'eccessiva intolleranza ad alcuni dei suoi componenti, poiché essa potrebbe provocare gravi problemi. L'assunzione dell'olio di ricino deve inoltre essere regolata anche in base agli altri medicinali che si stanno assumendo, poiché non sempre la combinazione può essere salutare.

  • malva La malva, il cui nome scientifico è Malva sylvestris, è una pianta erbacea cespugliosa appartenente alla famiglia delle Malvacee. E’ coltivata come pianta ornamentale e per le sue straordinarie propri...
  • serenoarepens1 La Serenoa repens, conosciuta comunemente come Palmetto della Florida, è una palma nana che cresce prevalentemente nel Sud Est degli Stati Uniti. Appartiene alla famiglia delle Palmaceae e raggiunge a...
  • sorbo1 Il sorbo, detto anche sorbo domestico o Sorbus domestica è un albero da frutto che cresce in Asia Minore, Spagna ed Europa Meridionale. Appartiene alla famiglia delle Rosacee ed in Italia cresce su t...
  • timo1 Il timo è un piccolo arbusto aromatico che cresce praticamente in tutto il mondo. In Italia lo si può trovare ovunque, sia coltivato che come pianta spontanea. Dalla pianura e fino ad altitudini di 80...

Biofume-Talpe - Trattamento gallerie provocate dalle talpe

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,8€


Coltivazione

Semi di ricino Nonostante i rischi legati all'assunzione, il ricino è una coltivazione diffusa anche a scopo decorativo, per via degli accesi colori delle foglie e delle bacche contenenti i semi. Nonostante si tratti di una pianta di origine tropicale, il ricino si adatta infatti facilmente anche ai climi e ai suoli italiani. Le condizioni necessarie affinché la pianta di ricino si sviluppi in modo sano e rigoglioso sono principalmente temperature elevate, possibilità di esposizioni al sole per svariate ore della giornata, abbondanti innaffiature, nonostante la pianta sia in grado comunque di sopportare anche periodi di siccità. Dal punto di vista del terreno, è richiesto un suolo ricco di azoto e potassio. Prima di dare vita alla coltivazione è bene, nel periodo autunnale, provvedere alla preparazione del terreno, con arature e concimazioni. La propagazione avviene per semina, da effettuare invece nel periodo primaverile, assicurandosi che venga mantenuta abbastanza distanza tra i vari semi per evitare che crescendo le piante si soffochino a vicenda. La raccolta delle capsule per l'estrazione dell'olio dei semi avviene a partire da agosto e può proseguire fino a ottobre. Dal momento che si tratta di una pianta a maturazione scalare, la potatura riveste un ruolo particolarmente importante, e deve essere realizzata in modo tale da non eliminare troppi rami produttivi lasciando soltanto quelli troppo giovani per fruttificare.


Ricino: Prodotti in commercio

Per dare vita ad una propria coltivazione di piante di ricino è possibile acquistare direttamente delle piantine già germogliate da posizionare in vaso o in terra. In caso contrario, è possibile partire direttamente dai semi, con un lavoro forse più impegnativo ma anche, per gli appassionati, più soddisfacente. Ad ogni modo, dal punto di vista fitoterapico i prodotti in commercio riguardano solamente l'olio di semi, poiché come già visto i semi interi sono tossici. L'olio di ricino può venire acquistato come potente lassativo, da utilizzare solamente sotto controllo medico evitando la commistione con altri medicinali. L’olio di ricino può inoltre essere trovato come base per prodotti specifici di varia natura, dalla cura della pelle alla cura dei capelli. Le quantità sono in questo caso ridotte e possono richiedere sia un consumo interno sia esterno: occorre comunque sempre accertarsi di seguire le corrette modalità e i corretti dosaggi, per evitare effetti collaterali. È inoltre altrettanto importante informarsi riguardo alla propria tolleranza nei confronti degli elementi principali presenti nell'olio di ricino, per evitare spiacevoli disturbi e controindicazioni.



commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


14:16:30 -
stefano - commento su Ricino
Sarei interessato ad acquistare un paio di piantine di ricino per il giardino,e vorrei saperne di più sul costo, come far sopravvivere queste piante anche nel periodo invernale e concimazione. Se mi poteste contattare ve ne sarei grato. Distinti saluti