Olio di mandorla

caratteristiche

Il mandorlo è una pianta che ha avuto origine nel Medio Oriente e che si sviluppa sopratutto in quelle zone che presentano un clima tipicamente mediteranno, quindi caldo e soleggiato.

L'olio di mandorla si riferisce, nella stragrande maggioranza dei casi, all'olio di mandorla dolce, che risulta essere la tipologia maggiormente utilizzata per la produzione di tale prodotto.

Al contrario l'olio di mandorla amaro deve essere impiegato con grande prudenza per via della presenza di amigdalina, che viene spesso sfruttata per la produzione di cianuro.

Ad ogni modo, l'olio di mandorla si caratterizza per garantire un gran numero di principi attivi, tra cui oligoelementi e, in modo particolare, l'acido linoleico, che rappresenta un acido grasso polinsaturo essenziale.

olio di mandorla


preparazione

olio di mandorla2 L'olio di mandorle dolci, che è quello maggiormente utilizzato sia in ambito cosmetico che terapeutico, si può ottenere, tramite una complicata operazione di pressione a freddo, dalle mandorle dolci.

Esistono due tipologie di mandorlo: la prima produce proprio il frutto dolce, mentre il secondo si caratterizza per la produzione di frutti amari.

Nel momento in cui si procede alla raccolta delle mandorle viene aperto il rivestimento che si trova nella parte esterna, in modo tale da poter avere a disposizione il guscio legnoso della mandorla.

Subito dopo l'avvenuta operazione di estrazione, l'olio di mandorla presenta un tipico colore giallo.

  • Asparago

    asparago L’asparago è una pianta erbacea perenne che può contare su un rizoma sotterraneo che in orticoltura viene chiamato con il nome di zampa.Da questa particolare zampa, praticamente ogni anno, spuntano ...
  • coclearia

    coclearia La coclearia è una pianta che fa parte della grande famiglia delle Crucifere.Si tratta di una pianta erbacea biennale o perenne, che si sviluppa spontaneamente, ma che può anche essere coltivata e r...
  • crescione

    crescione Il crescione, il cui nome scientifico è “Nasturtium officinalis”, ma viene chiamato anche crescione d'acqua, è una pianta erbacea perenne, che presenta un aspetto liscio e lucente ed è conosciuta fin ...


proprietà terapeutiche

L'olio di mandorla si caratterizza per essere un ottimo emolliente, ma è in grado anche di svolgere una buona funzione lenitiva, addolcente e nutriente.

Questo particolare olio ha la peculiarità di avere un gran numero di proteine, glucidi, sali minerali e vitamine appartenenti al gruppo A e B.

L'olio di mandorla ha, tra le sue principali caratteristiche, il fatto di integrarsi perfettamente con qualsiasi tipologia di pelle, dal momento che riesce anche a contrastare efficacemente l'invecchiamento della cute e viene impiegato sopratutto per curare le pelli eccessivamente secche e arrossate, come ad esempio quelle dei bambini.

La proprietà emolliente dell'olio di mandorle riesce a diminuire notevolmente il prurito (anche in alcuni casi eccezionali, come ad esempio il morbillo o la varicella) e, allo stesso modo, riesce a ridurre i tempi di guarigione nei confronti della dermatosi e, infine, viene considerato anche come un'ottima soluzione per combattere le smagliature.


proprietà cosmetiche

In ambito cosmetico, l'olio di mandorla si caratterizza per avere una buona diffusione sopratutto come salutare rimedio per i capelli che risultano sfibrati o opachi, ma anche come ottimo detergente, sopratutto per quanto riguarda la pulizia del viso.

In particolar modo, durante uno stato come la gravidanza o nel momento in cui si sta rispettando un regime dimagrante, si consiglia di impiegare l'olio di mandorla sopratutto sulle zone a più alto rischio, come ad esempio le cosce, il seno o i fianchi, applicandolo con un delicato massaggio, in maniera tale che possa essere velocemente assorbito dalla cute e possa diffondere tutti i suoi importanti principi attivi.

L'olio di mandorla, come dicevamo in precedenza, viene impiegato piuttosto frequentemente anche per il trattamento dei capelli sfibrati, che hanno la necessità di ricevere un trattamento rigenerante.

Come detergente per il viso, l'olio di mandorla è davvero ottimo, dal momento che rappresenta una valida alternativa a tutti quei sapone che comprendono componenti alcaline che possano incidere sul rinnovato equilibrio chimico e fisiologico dell'organismo.


Olio di mandorla: utilizzo

Per quanto riguarda la cura dei capelli che possono essere troppo sfibrati o che hanno assunto una colorazione eccessivamente opaca, dobbiamo sottolineare come sia possibile applicare l'olio di mandorla come se fosse una specie di impacco, sempre prima di versare lo shampoo: bastano, senza dubbio, venti minuti di trattamento con quest'olio per poter garantire ai capelli un nuovo senso di morbidezza.

Nel caso in cui l'olio di mandorla venga utilizzato come ottimo detergente per la pulizia del viso, il consiglio è quello di impiegare sempre la tipologia “dolce”, che riesce a levare ogni tipo di impurità che ogni giorno attaccano la nostra pelle e non incide, al contrario dei saponi che contengono sostanze alcaline, sull'equilibrio del nostro organismo, riuscendo ad idratare con estrema facilità ed efficacia.

L'olio di mandorla risulta anche un buon emolliente per l'intero e può essere utilizzato sia per fare la doccia che per il bagno: si consiglia, in questi casi, di provvedere alla pulizia di tutto il corpo con un detergente leggero e solamente dopo questa operazione, si potrà applicare l'olio di mandorla sulla pelle, per poi fare la doccia o il bagno con l'acqua calda e sciacquare, alla fine, sempre con l'acqua fredda.

Avrete ottenuto, in questo modo, una pelle molto più liscia, che non necessita di applicazioni particolari di creme.

L'olio di mandorla si caratterizza anche per poter essere utilizzato per la cura delle cellulite: l'applicazione deve avvenire sulla zona interessata dal disturbo giornalmente, prima di ogni doccia, in modo tale che possa svolgere un'azione rivitalizzante.


Guarda il Video

commenti

Nome:

E-mail:

Commento: