Campanella - Leucojum

Campanella

La campanella è una graziosa pianta erbacea appartenente al genere Leucojum. Questo genere non presenta molte specie, infatti ne conta circa 10-20 , tra cui le più note sono Leucojum aestivum, Leucojum vernum, Leucojum utumnale , Leucojum roseum. Il nome Leucojum deriva dalle parole greche "leukòs", che significa bianco e "ion" che significa "viola" (con cui si indica la pianta, non il colore) e quindi “viola bianca”.Il genere leucojum fa parte della famiglia delle Amaryllidaceae. La classificazione di queste piante ha subito delle modifiche nel corso degli anni, questo a causa del fatto che le Amaryllidaceae sono strettamente imparentate con un’altra famiglia, quella delle Liliaceae; i due gruppi hanno, infatti, molte caratteristiche in comune tra cui la tendenza ad immagazzinare le sostanze nutritive in bulbi; un elemento che invece le differenzia è la posizione dell’ ovario (cioè la parte femminile del fiore, quella che contiene i semi) che nelle Amaryllidaceae si trova più in basso rispetto alle Liliaceae. Alla fine del 1900 il genere Leucojum faceva parte di quest’ultima famiglia, ma in seguito a studi più recenti è rientrato nella famiglia delle Amaryllidaceae.

La campanella è originaria dell’Europa, dell’Asia e del nord Africa. E’ utilizzata essenzialmente come pianta da giardinaggio ed è molto usata per la creazione di giardini rocciosi, di macchie e di muri fioriti. La specie Leucojum vernum era coltivata in Inghilterra già dalla fine del 1500, la specie Leucojum autumnale la troviamo nei giardini inglesi a partire dal 1600; per la coltivazione di altre specie, come Leucojum roseum e Leucojum trychophyllum, bisogna aspettare il 1800. Oggi è diffusa nelle regioni mediterranee ed è presente anche in Italia dove possiamo trovare cinque o sei specie appartenenti alla flora spontanea.

La campanella è una pianta perenne bulbosa, cioè provvista di bulbo, che è un organo di riserva sotterraneo dal quale annualmente nascono fiori e foglie; il bulbo ha un diametro di circa 5 – 7 cm; da esso parte il fusto che può avere un’altezza che va dai 30 ai 40 cm e poi c’è il fiore che ha la forma di una campanella (da cui il nome), è di colore bianco e presenta delle macchioline verdi all’apice di ogni petalo; è molto simile al fiore del bucaneve. Le foglie sono filiformi, lucide, più corte del fusto. Il fusto e le foglie sono avvolte da una guaina. E’ una pianta strisciante e tappezzante.

leucojum aestivum gravetye


Ambiente ed esposizione

leucojum vernumLa campanella resiste molto bene sia al caldo che al freddo, sopravvivendo anche a temperature molto rigide. Può essere coltivata in giardino o in casa. E’ preferibile posizionarla in zone soleggiate oppure in leggera ombra. Meglio evitare i luoghi con troppo vento e con sbalzi di temperatura che potrebbero danneggiare la pianta. Le specie più resistenti e che crescono meglio sono Leucojum aestivum e Leucojum vernum.

  • Campanula

    campanula portenschlagiana La campanula è una pianta erbacea molto diffusa in tutto il mondo. Appartiene al genere Campanula e alla famiglia delle Campanulaceae; il genere Campanula è molto vasto, comprende, infatti, circa 300 ...
  • giardinaggio

    giardino fiorito Il giardino richiede cura e manutenzione costante, poiché le piante e i fiori devono essere seguite costantemente durante l’anno. Il giardinaggio è la tecnica che si occupa della coltivazione di piant...
  • Ciclamino

    cyclamen coum 15090 Il cliclamino, nome botanico Cyclamen, è una bella pianta bulbosa perenne che racchiude numerose specie che traggono origine dalle zone del Mediterraneo orientale; in alcune parti dell’Italia cresce e...
  • Croco

    Crocus Il croco, o crocus, appartiene alla famiglia delle iridacee ed è coltivata nella maggior parte dei paesi del Mediterraneo, ma anche in Asia Minore. Dal bulbo del croco nasce una pianta alta non più di...


Terreno

Molto adatto alla coltivazione di queste piante è un terreno ben drenato, composto da terra e torba (materiale di origine organica formato da resti di piante o animali impregnati d’acqua, che non possono decomporsi completamente a causa dell’acidità dell’ambiente). Per quanto riguarda la coltivazione in vaso si consiglia di utilizzare vasi di circa 20 cm da riempire con cocci e argilla, che favoriscono il drenaggio, e poi con terra e torba.


Annaffiature

Si consiglia di annaffiare regolarmente queste piante, ostacolando il ristagno d’acqua; bisogna evitare di dare troppa acqua perché il bulbo potrebbe marcire ed è meglio aspettare che la terra si asciughi tra un’innaffiatura e l’altra.


Concimazione

Le campanelle hanno bisogno di essere concimate in primavera ed in estate, utilizzando un concime specifico per piante bulbose, da sciogliere nell’acqua; è possibile anche utilizzare concime organico e humus che nutrono la pianta; la concimazione favorirà l’immagazzinamento nei bulbi di sostanze nutritive e in questo modo si potrà avere una fioritura abbondante.


Riproduzione, messa a dimora e rinvaso

La moltiplicazione delle campanelle avviene in autunno, mediante i bulbi. Vengono utilizzati i bulbi che crescono ai lati di quello principale; bisogna staccarli, pulirli e poi piantarli in una buca profonda circa 10 cm. Le piante che nasceranno fioriranno dopo circa un anno. La moltiplicazione può avvenire anche tramite i semi ricavati dai fiori, ma in questo caso si avranno fioriture solo dopo 5 – 6 anni. Il rinvaso deve essere effettuato all’inizio dell’autunno.


Potatura

La campanella non richiede cure particolari, basta eliminare le parti secche e danneggiate.


Fioritura

La fioritura di questo tipo di pianta varia a seconda dalla specie; così come indicato dal nome Leucojum aestivum fiorisce a maggio, Leucojum vernum a dicembre, Leucojum utumnale in autunno.


Malattie e parassiti

Le campanelle possono essere colpite da malattie fungine, che vanno combattute con un fungicida a base di zolfo. E’ consigliato trattare le piante con un insetticida, per prevenire l’attacco di cocciniglie e afidi. Tutti i trattamenti devono essere effettuati lontano dalla fioritura, dato che questi potrebbero arrecare danni alle api.


Specie

Come già accennato, le specie più note sono: Leucojum aestivum, chiamata anche “campanella maggiore”, che ha un’infiorescenza formata da 2 – 6- fiori ed è presente soprattutto nell’Italia del nord e in Sardegna; Leucojum vernum, “campanella comune” o “campanellino”che ha fiori bianchi e che è la specie più conosciuta; Leucojum utumnale , “campanella autunnale” che ha un’infiorescenza di 2 – 3 fiori, un fusto alto dai 10 ai 20 cm e che nel nostro Paese troviamo solo in Sicilia e Sardegna; Leucojum roseum, “campanella rosea” che ha un solo fiore di colore rasa e che è originaria della Corsica.


Curiosità

Le piante del genere Leucojum sono interamente velenose, possono provocare vomito , brividi, capogiri e anche grave avvelenamento; bisogna quindi evitare di utilizzarle per scopi alimentari e farmaceutici.



  • campanelle fiori

    campanelle fiori L'estate è la stagione dei fiori, anche le case più tristi o sgraziate vengono ravvivate dai vasi di fiori sul balcone,
    visita : campanelle fiori

commenti

Nome:

E-mail:

Commento: