Cetriolo - Cucumis sativus

Il Cetriolo

Il cetriolo è una pianta annuale che trae la propria origine dall’India orientale. Pianta coltivata soprattutto per scopo alimentare, produce frutti molto usati in cucina per preparare insalate, consumati freschi oppure conservati sott’aceto. Le foglie della pianta del cetriolo sono di forma palmata e posseggono contorno seghettato, gli steli possono essere striscianti oppure rampicanti, i fiori sono di colore giallo e si sviluppano all’apice dei frutti, sono composti da cinque petali. Il frutto di questa pianta, il cetriolo, ha una forma più o meno allungata a seconda del grado di maturazione, in caso di raccolta prematura sarà piccolino e usato principalmente come sott’aceto, comunque è molto simile alla zucchina; la buccia si presenza di colore verde piuttosto scuro, spessa, liscia oppure con delle escrescenze, la polpa è di colore bianco-verdino e contiene i semi. Il cetriolo è molto povero di calorie e molto ricco di acqua, quindi può essere tranquillamente consumato in caso di diete.
Cetrioli

Suttons Seeds 162021 - Semi migliorati di cetriolo Telegraph

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,1€


Ambiente ed esposizione

Il cetriolo preferisce climi temperati-caldi e soleggiati. La temperatura maggiormente indicata per la sua coltivazione è intorno ai venticinque-ventotto gradi e comunque è opportuno non esporlo mai a valori inferiori ai dieci gradi sotto lo zero.

  • caerulea Il nome passiflora deriva dal latino e significa fiore della passione, questo perché alcune delle parti di questa pianta hanno una somiglianza con alcuni simboli religiosi della passione di Gesù. E’ u...
  • cyclamen coum 15090 Il cliclamino, nome botanico Cyclamen, è una bella pianta bulbosa perenne che racchiude numerose specie che traggono origine dalle zone del Mediterraneo orientale; in alcune parti dell’Italia cresce e...
  • Cetrioli Il cetriolo è una pianta simile alle altre appartenenti alla famiglia delle Cucurbitacee, di cui fa parte. E' classificato con il nome di cucumis sativus e si presenta con un particolare fusto sarment...
  • cetriolo Il cetriolo, il cui nome scientifico è “Cucumis sativus L.”, è una pianta annuale strisciante o rampicante che fa parte della famiglia delle Cucurbitacee.Si tratta di una pianta che cresce tipicamen...

Perdita di promozione! Semi di ortaggi Momordica charantia zucca amara, Balsam mela, cetriolo, giardino delle erbe familiari 20pcs / Pack # 6CGLH5

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,35€


Terreno

cetriolo pianta Il cetriolo non ha particolari esigenze riguardo al terreno; quello che preferisce è umido, moderatamente acido, di medio impasto e molto ben drenato. A questo terreno si potrà mescolare della torba e della sabbia per garantire l’indispensabile drenaggio dell’acqua in eccesso. Il terreno di coltivazione del cetriolo, prima di procedere con la messa a dimora, andrà lavorato molto bene e molto profondamente a circa quaranta centimetri. I solchi si potranno fare manualmente oppure con delle macchine, all’interno dei quali andrà messo del letame maturo e sarà ricoperto con la terra del secondo solco e così via. Questa operazione di preparazione del terreno andrà effettuata possibilmente verso la fine del periodo estivo.


Semina e trapianto

cetrioli Preparato il terreno durante l’estate precedente, in primavera, tra i mesi di aprile e giugno, si procederà con la semina. Si dovranno praticare delle buche ad una profondità di circa venti centimetri alla distanza di circa un metro l’una dall’altra, sul fondo di esse si porrà del letame e, successivamente, si metteranno tre o quattro semi, dopodiché si annaffierà. Nel momento in cui le nuove piantine avranno emesso due foglioline, si procederà con la classica operazione di eliminazione di quelle più deboli per permettere a quelle più robuste di poter crescere e svilupparsi al meglio. Quando la piantina svilupperà la quarta foglia, sarà pronta per essere trapiantata.


Concimazione

Il cetriolo ha particolarmente bisogno di fosforo che potrà essere somministrato attraverso l’apporto di farina d’ossa unita al terreno di coltivazione.


Annaffiature

Il cetriolo necessita di un terreno costantemente umido, avrà quindi bisogno di essere annaffiato frequentemente ma evitando un apporto esagerato di acqua, in quando si potrà andare contro a ristagni idrici molto dannosi.


Cimatura e pacciamatura

Due operazioni molto importanti per la cura e la coltivazione di questo ortaggio sono la cimatura e la pacciamatura.

La cimatura è indispensabile per incentivare la pianta a produrre frutti, si tagliano i rami sopra la quarta foglia in prossimità del quinto nodo dove si sviluppano gemme e foglie.

La pacciamatura è utile per proteggere le radici giovani e per impedire la comparsa di vegetazione infestante.


Raccolta

pianta cetriolo In genere, i frutti del cetriolo si raccolgono dopo circa tre mesi dall’operazione di semina, quando essi avranno assunto una colorazione verde lucida.


Malattie e parassiti

La pianta del cetriolo è molto soggetta alla ticchiolatura. Questa malattia è causata da un fungo che infesta le foglie e successivamente il fusto con macchie scure sempre più numerose. Altre malattie provocate da funghi che possono colpire il cetriolo sono la peronospora, la tracheomicosi e il mal bianco. In alcuni casi può essere vittima di attacchi virali, se succedesse il miglior rimedio sarebbe quello di estirpare e bruciare la pianta.

Ci sono poi i parassiti animali come il ragnetto rosso, gli afidi, il grillotalpa, altri nemici più o meno pericolosi per la salute questa pianta.


Varietà

Ci sono molte varietà di cetriolo, di seguito ve ne illustreremo alcune:

Marketer: è originaria dell’America, produce un frutto che può raggiungere una lunghezza di circa venti centimetri con colore verde scuro.

Wisconsin: questa varietà è particolarmente adatta per produrre sottaceti.

Corto bianco: produce frutti di colore bianco.

Altre varietà possono essere: Dalla Cina, Verde lungo delle cascine, Ashley, Cubit ecc.


Curiosità

cetriolo I cetrioli sono molto ricchi di sali minerali e vitamine, ma anche fibre. Il cetriolo consumato fresco può avere effetti depurativi e rinfrescanti, mentre in caso di impiego cotto può aiutare a combattere la gotta, l’artrite e le coliche.

Il cetriolo viene molto usato anche in ambito cosmetico come emolliente per la pelle, contro l’acne o per aiutare pelli troppo grasse o secche.




COMMENTI SULL' ARTICOLO