Valeriana - Valeriana officinalis

La Valeriana

La valeriana è una pianta erbacea che trova origine nell’Europa centrale ed Asia ma ormai molto diffuse anche in quella occidentale e nell’America settentrionale. Allo stato selvatico la valeriana si sviluppa nei prati, nei terreni erbosi umidi e lungo i bacini idrici. Attualmente la coltivazione è molto diffusa in Europa, Stati Uniti e Giappone. Alcune piante erbacee facenti parte del genere Valeriana possono raggiungere i 2000 metri di altitudine. La valeriana si sviluppa in modo molto ampio e può arrivare ad un’altezza di un metro e mezzo. Il rizoma della pianta della valeriana è composto da molte radici che sono caratterizzate da un odore poco gradevole. Le foglie sono disposte in maniera opposta, quelle inferiori presentano un picciolo mentre quelle superiori no, hanno un colore verde marcato. Il fusto di questa pianta ha un portamento eretto e presenta molte scanalature ma pochi semi. I fiori della valeriana sono di piccole dimensioni, possono avere un colore bianco oppure rosa, si riuniscono in ombrelle, sono ermafroditi e hanno una profumazione poco gradevole. Il frutto di questo vegetale è un achenio che giunge a maturazione nel periodo che va da luglio a settembre.
Valeriana fiori

Erbe Aromatiche 240 Semi In 12 Varietà Più Piccola Guida Alla Coltivazione: Basilico Genovese, Salvia, Origano, Rosmarino, Prezzemolo, Timo, Erba Cipollina, Finocchio Selvatico, Menta, Lavanda, Camomilla e Valeriana

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€
(Risparmi 0,09€)


Ambiente ed esposizione

Valeriana bianca L’ambiente tipo della valeriana sono le zone ricche di umidità, i margini dei corsi dei fiumi, boschi ecc., comunque la possiamo coltivare benissimo anche nei nostri giardini in quando non presenta particolari esigenze. Il clima ottimale per la coltivazione della valeriana è quello di tipo temperato, comunque questa pianta può resistere anche a temperature di quindici gradi sotto lo zero; gradisce l’esposizione al sole ma anche quella semiombreggiata.

  • valeriana2 La valeriana, nome completo Valeriana officinalis, è una pianta erbacea diffusa nei climi freddi, come il Nord Europa, ma cresce anche in Asia e America. Non disdegna i climi umidi. Può raggiungere a...
  •  valeriana La Valeriana officinalis rappresenta una pianta dalla spiccata provenienza europeo che, al giorno d'oggi, viene coltivata un po' in tutto il mondo, compreso il Giappone e gli Stati Uniti.La parte de...
  • Una piccola pianta di valeriana La Valeriana è un genere di piante angiosperme che comprende più di 250 specie diffuse in Europa e in America.Il nome botanico deriva dal latino valere, che significa rigoroso, sano. La Valeriana è un...

Neudorff - Estratto di valeriana - 250 ml

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,44€


Terreno

La valeriana non ha particolari esigenze riguardo al terreno. Quello preferito però è umido, mediamente pesante, piuttosto argilloso. Fondamentale un ottimo drenaggio.


Riproduzione

La valeriana si moltiplica per seme, per divisione del rizoma o del cespo. Prima di procedere con la semina, il terreno andrà lavorato profondamente. Se si sceglie la moltiplicazione per seme, essa andrà fatta durante il periodo primaverile partendo dal semenzaio; questa operazione richiede parecchio tempo in quanto, la valeriana, ha uno sviluppo molto lento. La messa a dimora si farà l’estate seguente. La moltiplicazione tramite divisione dei rizomi è molto più veloce. Basterà dividere i rizomi, assicurarsi che abbiano ognuno almeno una gemma e piantarli ad una distanza di circa venti centimetri l’uno dall’altro e circa settanta tra un solco e l’altro.


Annaffiature

La valeriana non va annaffiata molto spesso. Ricordatevi di lasciar asciugare bene il terreno prima di procedere con un ulteriore apporto di acqua.


Annaffiature

Durante la stagione primaverile sarà opportuno somministrare del concime specifico mescolato all’acqua d’annaffiatura una volta al mese oppure del letame maturo.


Raccolta

Il periodo di raccolta dipende da quello di semina: se essa è avvenuta nel periodo primaverile, la raccolta si farà verso ottobre-novembre, nel caso fosse stata fatta nel periodo estivo o autunnale, si procederà con la raccolta l’anno dopo.


Fiori

valeriana bianca I fiori di questa pianta sono bianchi oppure rosa, si sviluppano durante le stagioni primaverile ed estiva, hanno un profumo non molto apprezzato, sono ermafroditi e di piccole dimensioni.


Malattie e parassiti

Essendo una pianta piuttosto rustica, non viene particolarmente attaccata da malattie o parassiti.


Varietà

valeriana rossa Tra le varietà di valeriana possiamo citare quella rossa e quella greca.

Valeriana Rossa: questa varietà è molto presente in Europa, Africa settentrionale e Asia. Presenta fusti con portamento quasi sempre eretto che possono arrivare ad un’altezza di circa un metro. Le foglie sono di colore verde-grigio con forma ovale o di lancia. I fiori possono avere colore rosa, rosso oppure bianco e sbocciano nella stagione primaverile. Valeriana Greca: i fiori di questa varietà hanno colore blu e sono composti da cinque petali, sbocciano in estate durante i mesi di luglio ed agosto. Può raggiungere un’altezza di ottanta centimetri. E’ presente in modo particolare nelle zone con clima temperato-freddo dell’Europa, Asia e America settentrionale. In Italia la si può trovare in Trentino Alto-Adige e in Valtellina.


Proprietà

valeriana infuso Come è noto, la valeriana possiede effetti calmanti. Viene usata soprattutto per combattere stati d’ansia, disturbi del sonno, attacchi di panico, tachicardia ecc.

Le parti usate della valeriana sono le radici, in essa troviamo quegli elementi che la fanno essere un ottimo sedativo. La valeriana non va consumata da bambini piccoli o donne in fase di allattamento o gravidanza.

Come abbiamo detto e la maggior parte di noi sa, la valeriana è un ottimo calmante e un ottimo aiuto per chi soffre d’insonnia; attenzione però a non esagerare con le dosi, ingerirne quantità troppo elevate può provare mal di testa, giramenti di testa, appannamento della vista, nausea e vomito.




COMMENTI SULL' ARTICOLO