Coltivazione degli asparagi

Coltivazione degli asparagi:

coltivare asparagi

Gli asparagi si coltivano solitamente partendo da radici di 2 o 3 anni e si possono mettere praticamente in tutti i terreni a patto che questi non creino ristagno idrico e che vengano preventivamente liberati da piante infestanti.

Nei mesi invernali andiamo a smuovere il terreno e a concimarlo con concime organico (per esempio del letame). Nel meso di marzo possiamo procedere con l'impianto delle radici nelle zone con clima più mite mentre nelle zone con clima più rigido è consigliabile posticipare di qualche settimana la messa a dimora per scongiurare eventuali gelate tardive.

Le piantine vanno posizionate ad una distanza di almeno 40-45 cm l'una dall'altra e devono essere coperte con un po' di terreno (5-7 cm). In questa fase di piantumazione dobbiamo ricordarci di lasciare un po' di spazio interfila in modo da rendere più agevoli le lavorazioni postemergenza come per esempio il diserbo.

Con l'arrivare dell'autunno gli steli ingialliti dovranno essere rimossi e dovremo mettere uno strato di almeno 5 cm di letame per coprire il terreno e aggiungere sostanza organica alle file.

Dalla terza stagione potremo tagliare finalmente i turioni maturi dal mese di marzo sino al mese di giugno. Per tagliarli si consiglia di fare un taglio obliquo, deciso, 2-4 cm sotto il livello del terreno. Dopo il taglio lasciamo crescere le piantine per farle accumulare nutrimento per l'anno successivo.

Gravity - Oscar® 2014 du Meilleur Réalisateur - Blu-Ray 3D + Blu-ray + DVD + Digital Ultraviolet (Ultimate Edition) [Edizione: Francia]

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21€


Guarda il Video




COMMENTI SULL' ARTICOLO