Peperoni - Capsicum annum

I peperoni

Il peperone, pianta assai celebre e famigliare per il suo consumo alimentare, appartiene alla famiglia delle Solanacee. Il suo nome scientifico è capsicum anuum, a sottolineare il carattere annuo della pianta. Le varie tipologie, assai diffuse, vanno dal quadrato d'Asti, di maggiori dimensioni e carnagione arancione, ai celeberrimi rosso e giallo di Nocera, al peperone verde Marconi, al corno di toro, di colore giallo e rosso, più piccolo e dalla forma che ricorda, appunto, quella di un piccolo corno, fino al peperoncino di Cayenna, dal colore rosso acceso e sapore di notevole piccantezza. La pianta è dunque coltivata in virtù dei suoi frutti, che si presentano come bacche di diversa grandezza Il suo uso alimentare può avvenire sia a crudo, sia a seguito di cottura. Ma i peperoni sono anche conservati in vari modi: sottolio, sottaceto e in salamoia. La pianta, raggiunta l'età adulta, può arrivare ad un altezza di 70 centimetri circa e il suo fusto si presenta eretto e dotato di ramificazioni: più fragile nei primi mesi di vita, più robusto in maturità. Le foglie sono invece di forma ellittica oppure ovale, di varia grandezza a seconda della specie. La fioritura, di colore bianco, avviene tra maggio a settembre, in base ai diversi climi.
Peperoni


Piccantezza e capsaicina

Qualità importante del peperone è la sua piccantezza che può essere più o meno presente nella pianta. Il principio attivo che stabilisce la piccantezza è la capsaicina che si trova all'interno del frutto in proporzioni differenti a seconda delle varietà. Alcune ne hanno in quantità pressoché irrilevanti e sono i peperoni dolci. Mentre tra i piccanti ricordiamo in particolare il peperoncino di Cayenna e lo Spagolino. Un terreno secco, inoltre, aumenterà la piccantezza. Un'innaffiatura abbondante, al contrario, ridurrà il contenuto di capsaicina.

  • ortaggi da piantare nel terreno argiloso

    foto terreno orto salve ho una piccolo giardino di circa 10 m² con terreno argilloso ed ho piantato in piccole quantità:Basilico , angurie , piselli , peperoni , cipolle , pomodori , prezzemolo , fagioli. Volevo sa...
  • peperoni non fanno fiori

    fiori di peperone non riesco a capire il perche le piante di peperoni che sono belle senza malattie ma non hanno infiorescenza . grazie x la risposta ...
  • Coltivazione peperoni

    Le quattro varietà di peperoni Innanzitutto facciamo chiarezza. Cosa sono i peperoni? Originario dell’America, ora è coltivato in tutto il mondo. La famiglia è molto ampia e comprende anche la categoria dei peperoncini. Il suo util...
  • Orto nel terrazzo

    Vasi in terracotta Per iniziare a coltivare un piccolo orto nel vostro terrazzo, saranno necessari alcuni attrezzi, vasi e terriccio. Gli attrezzi necessari non sono molti, saranno sufficienti una zappetta, un trapianta...


Coltivazione

peperoni Il peperone ha caratteristica di essere pianta da clima caldo: cresce ottimamente in presenza di temperatura tra i 15 gradi di notte e i 28 gradi durante il giorno. La semina va effettuata a spaglio, tra gennaio e marzo, ponendo i semi all'interno di vasi di torba o piccoli cubetti di terriccio. Se la semina si fa nel campo è consigliabile utilizzare postarelle, a mezzo metro circa di distanza, con tre semi. Trascorsi 50 giorni circa dalla semina, vedendo un buon sviluppo della quinta foglia della pianta, sarà quindi possibile effettuare il trapianto. La definitiva messa a dimora sarà da fare tra marzo ( per le regioni del sud) , fino a giugno ( per le regioni del nord e del centro ), a una distanza tra le file di una settantina di centimetri e di mezzo metro nella stessa fila.


Terreno

Il terreno preferito dal peperone è profondo e assai fertile, ben drenato e molto ricco di calcio.


Concimazione

peperoniLa concimazione è una parte particolarmente importante per la coltivazione del peperone: la pianta abbisogna di 4 quintali circa di letame maturo o di composto per 100 metri quadri di coltivazione. Nella crescita il peperone fa largo consumo di magnesio: è quindi consigliabile arricchire il terreno con piccole quantità di concimi provvisti di questo microelemento


Annaffiatura

Anche l'annaffiatura del peperone necessita una particolare attenzione. Una irrigazione troppo scarsa, o addirittura una prolungata mancanza di acqua, porterà ad un quasi certo brusco arresto della vegetazione, con danni irreparabili per i fiori e i frutti. E' necessario dunque intervenire con diverse operazioni di irrigazione che dovranno avvenire ogni 4 giorni circa all'interno del semenzaio e, in seguito, ogni 6 giorni circa successivamente al trapianto.


Parassiti

I problemi più diffusi che riguardano il peperone sono quelli che danneggiano anche molte altre specie della famiglia delle Solanacee. Un pericolo temibile arriva dalla piralide, che provoca piccoli buchi dentro i frutti, causando seri danni e favorendo l'insorgere di nocive infezioni batteriche per la pianta. Per scongiurare tale pericolo è consigliabile intervenire con particolari trappole ai feromoni, mentre ad attacco avvenuto, si interviene con il piretro o il bacillus thuringiensis.


Peperoni: Raccolta

E' possibile raccogliere i peperoni di colore verde o tendente al giallo anche prima della loro maturazione se hanno dimensioni appropriate per il loro consumo. La raccolta, in genere, potrà iniziare dopo circa due mesi dopo il trapianto per quanto riguarda le varietà più precoci. Per ciò che concerne le varietà più tardive, o trapiantate presto, sarà invece necessario attendere quattro mesi circa. Generalmente si riesce ad ottenere un buon raccolto di quasi 300 quintali ogni 100 metri quadri di coltivazione. E' possibile avere buoni raccolti di peperone anche attraverso la coltura forzata in serra, che anticipa all'incirca la produzione di due mesi.


Guarda il Video

commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


22:43:43 -
maria rosa - commento su Peperoni
come si fa a coltivarli in vasi?
13:52:17 -
luigi - commento su Peperoni
quasi 300 quintali ogni 100 metri quadri di coltivazione. E£ possibile avere buoni raccolti di Ulteriori informazioni su : Peperoni - Capsicum annum - Orto - ortaggi quasi 300 quintali ogni 100 metri quadri: forse volevate dire 300 Kg. ?