Basilico greco

Caratteristiche principali del basilico greco

Il basilico greco, conosciuto anche con il nome di minimum basilicum, è una pianta che è stata importata nel nostro paese direttamente dal luogo d'origine: l'India. Differisce dalle altre varietà perché presenta una caratteristica forma a cespuglio. Ha foglie piccole leggermente allungate di un colore verde molto intenso. Il loro aroma è particolarmente accentuato per profumare ambienti o per insaporire pietanze di ogni tipo. Il basilico greco fa parte della grande famiglia delle lamiaceae. Fiorisce nel periodo compreso fra la fine di giugno e gli inizi di settembre a seconda delle latitudini. I fiori piccoli e bianchi sono raggruppati in pannocchie a portamento eretto. Se paragonato al basilico che troviamo abitualmente sui banchi del mercato, ha un odore meno accentuato e decisamente più delicato.
Pianta di basilico greco

Salad Mix Seed Balls - Coltiva il tuo orto domestico - Insalata greca,cavolo riccio,rucola,senape indiana,brassica rossa (600 semi per latta) GB

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,8€


Il giusto metodo di coltivazione

Fiori di basilico greco Il basilico greco può essere coltivato a terra oppure in vaso senza andare incontro a grandi difficoltà. Preferisce un clima mite con temperature comprese fra i 20°C e i 25°C. Tuttavia può essere coltivato anche laddove la colonnina di mercurio salga ulteriormente ma mai dove le temperature scendano al di sotto dei 10°C. Ha bisogno di frequenti e abbondanti irrigazioni per sopravvivere alla siccità estiva. Prima di procedere con l'innaffiatura verificate sempre che il terreno sia asciutto per evitare pericolosi ristagni d'acqua. Il basilico predilige un terreno ben concimato caratterizzato da un ph neutro e che sia ben drenato. Se avete intenzione di piantarlo in un vaso, sceglietene uno capiente in coccio per permettere all'apparato radicale di ossigenarsi in maniera corretta evitando così la formazione di muffe.

  • basilico Il basilico è una pianta che fa parte del genere Ocimum e appartiene alla famiglia delle Labiate.Si tratta di una pianta che si è diffusa inizialmente nell’Asia tropicale, per poi attraversare il Me...
  • lavanda1 La lavanda, nome botanico completo Lavandula officinalis o Lavandula spica, è un arbusto sempreverde di piccole dimensioni, aromatico, molto diffuso nel bacino del Mediterraneo e appartenente alla f...
  • Foglie di alloro La pianta dell’alloro è un arbusto che può arrivare a raggiungere la ragguardevole altezza massima di 15 metri. È caratterizzata da un tronco dritto di color grigio nella parte più bassa mentre divent...
  • Chiodi di garofano ancora attaccati alla pianta madre I chiodi di garofano vengono prodotti dalla pianta di eugenia caryophyllata. Si tratta di un albero sempreverde che cresce spontaneamente nelle isole Molucche. Attualmente queste piante vengono coltiv...

Unwins Mediterranea Cucina Giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,06€


Malattie e parassiti

Piante di basilico greco Questa particolare varietà di basilico può essere colpita da diversi parassiti o malattie a seconda della regione in cui viene piantata. Per combattere o prevenire l'insorgenza di qualsiasi problematica è buona regola non adoperare prodotti fitosanitari di sintesi a livello foliare poiché proprio le foglie saranno le parti che andranno consumate. Il marciume radicale è la problematica che si presenta con più frequenza. Si presenta con macchie nere sulle foglie e una volta che si manifesta è difficile intervenire con qualche probabilità di successo. La prevenzione è l'unico modo per sconfiggere alla fonte il problema. Innaffiate le piante solo quando il terreno è asciutto e assicuratevi che il suolo sia drenante miscelando al terriccio della sabbia di fiume o della pomice finemente macinata.


Basilico greco: Curiosità varie

Salsa al basilico greco e yogurt I Greci adoperavano le foglie aromatiche di basilico greco per preparare ottimi balsami utili per l'imbalsamazione dei morti. Addirittura Plinio il Vecchio cita questa pianta in alcuni dei suoi testi menzionandola come potete afrodisiaco. Invece, nel corso del Medioevo, il basilico veniva considerato come il simbolo dell'odio. Il Boccaccio nel suo Decamerone narra che Elisabetta da Messina seppellì addirittura il capo del suo amante ucciso in un vaso pieno di basilico come ulteriore spregio. Ancora oggi in India tutte le varietà di basilico sono sacre e non si possono mangiare. Racconti con radici che affondano nella leggenda narrano che il sepolcro di Cristo fosse circondato da piante di basilico. Ecco perché queste piante vengono utilizzate per decorare e profumare gli altari all'interno di molte chiese di confessione ortodossa.


Guarda il Video
  • basilico greco Il basilico greco noto anche con il nome di Minimun basilicum è una pianta originaria dell’India. Esso si differenzia da
    visita : basilico greco

COMMENTI SULL' ARTICOLO