chiodi di garofano

Caratteristiche

L'Eugenia caryophyllata è un albero dalle dimensioni medie, sempreverde, che fa parte della famiglia delle Myrtacee e proviene dalle isole Molucche.

L'albero dei famosi chiodi di garofano viene coltivato all'interno del continente africano, quello asiatico e nell'America meridionale, per fare in modo di sfruttare proprio la spezie che viene prodotta dai suoi boccioli floreali, che viene raccolta ancora quando si trova ben chiusa ed essiccata al sole.

L'albero dell'Eugenia caryophyllata presenta un portamento eretto, con una chioma estremamente tondeggiante, che può contare su delle foglie dalla colorazione verde lucida.

I fiori, invece, si sviluppano riuniti corimbi a forma di ombrello e da un lungo calice di colore rosso cresce un fiore bianco, che ha un aspetto particolarmente piumoso.

I boccioli di questa pianta si caratterizzano per essere raccolti e poi essiccati e rappresentano la spezia che viene chiamata chiodi di garofano.

Un solo chiodo di garofano è, quindi, costituito da un calice estremamente lungo, formato da 4 sepali e 4 petali ancora chiusi, che rappresentano anche la parte centrale.

chiodi di garofano3

GAXmi Telecomando Lampada Luci a LED 12-in-1 Natale decorazioni Impermeabile Spot illuminazione con Halloween Compleanno Fiocchi di neve Stelle Farfalle Cuori Foglie d'acero Trifoglio (12 Foglio)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 64,9€


Clima

chiodi di garofano4 E' importante collocare l'albero di Eugenia all'interno di un luogo semi-ombreggiato, in maniera tale che possa essere ottimamente riparato dai raggi diretti del sole.

Questo albero soffre in modo particolare le gelate e, per tale motivo, il consiglio è quello di coltivarlo in serra freddo o in appartamento.

Nel corso della primavera inoltrata, inoltre, è possibile collocare queste piante in un luogo all'aperto, nel momento in cui il pericolo rappresentato dalle gelate è del tutto scomparso.

Dato che il fogliame delle piante aromatiche viene impiegato per il consumo alimentare, il consiglio è quello di fare molta attenzione all'uso di insetticidi e anticrittogamici.

E' importante utilizzare questi ultimi solo di agricoltura, stando ben attenti al periodo di carenza che viene, di solito, scritto sull'etichetta, in maniera tale da essere adeguatamente informati prima di provvedere alla raccolta di tali piante.

Il terreno in cui si coltivano le piante di Eugenia caryophyllata non deve assolutamente mai essere troppo umido.

Nel momento in cui si procede alla fase della messa a dimora, il consiglio è quello di provvedere a mescolare torba, terriccio, pomice e sostanza organica.

Le piante di chiodi di garofano hanno la particolare caratteristica di prediligere dei terreni che sono leggermente pesanti, con un livello medio per quanto riguarda il drenaggio ed un grado di umidità non troppo elevato.

  • cydonia Specie originaria dell'Asia occidentale , la cydonia , è un albero naturalizzato e coltivato in tutta la zona temperata borele . Appartiene alla famiglia delle Rosaceae . La cydonia si divide in base ...
  • Luci Natalizie Quando si avvicina il Natale, anzi quando si avvicina l'otto di dicembre, data nella quale come sappiamo si festeggia un'altra ricorrenza religiosa e si addobba la casa in occasione del Natale, le per...
  • "fiore di rododendro" Il significato del rododendro, considerato il re degli arbusti tra le piante da fiore sempreverdi dei paesaggi temperati, è un simbolo di eleganza, di bellezza e di temperanza in virtù della moderazio...
  • butea superba La Butea Superba fa parte della grande famiglia delle Papilionacee e nei prodotti tradizionali della Thailandia viene chiamato con il nome di Red Kwao Krua.La Butea Superba si può trovare solamente ...

Greenstar 32939 - 11120 pj hutchinson cinghia trapezoidale elastico-5 chiodi di garofano, il nero,

Prezzo: in offerta su Amazon a: 32,87€
(Risparmi 1,22€)


Cure

Si tratta di piante che hanno la tendenza a crescere come degli alberelli eretti.

Il chiodi di garofano presenta lo sviluppo di un albero e, nel corso della stagione invernale, ha la particolare caratteristica di assumere una colorazione verde-rossa e può raggiungere fino a quattro metri di altezza. Inoltre ha la particolarità di mantenere le foglie nel corso della stagione invernale.


Propagazione

La propagazione di questa particolare pianta si verifica per semina nel corso della stagione primaverile, facendo in modo che le nuove piantine possano svilupparsi tranquillamente in vaso per un po' di tempo prima che avvenga la messa a dimora definitiva.

E' importante ricordare che la prima fioritura non si ottiene se non prima del quarto o quinto anno di coltivazione della pianta di chiodi di garofano.


Irrigazione

Si tratta di piante che hanno bisogno di annaffiature estremamente regolari: nella maggior parte dei casi sono sufficienti 2-3 bicchieri di acqua.

Il consiglio è quello di irrigare la zona dove si coltiva la pianta di chiodi di garofano ogni 2-3 settimane, nel momento in cui sopratutto il terreno è completamente asciutto.

La maggior parte delle piante aromatiche si caratterizza per essere utilizzata fresca; nel corso della stagione primaverile e in quella estiva si ha, però, la possibilità di raccoglierne in buona quantità, che poi si può essiccare o congelare, per poi farne un particolare uso nel corso dei mesi più freddi.


Concimazione

Le piante medicinali, nel corso della stagione primaverile, hanno la particolare caratteristica di sviluppare nuovi germogli e nuovo fogliame e, per tale ragione, il consiglio è quello di provvedere periodicamente alla concimazione, ogni 15-20 giorni, sfruttando un fertilizzante ricco in azoto e potassio, che si può mescolare insieme all'acqua delle annaffiature.


chiodi di garofano: Avversità

Il clima della primavera, caratterizzato da un alto sbalzo termico tra le temperature diurne e quelle notturne e delle piogge piuttosto frequenti, può creare un pericoloso sviluppo di malattie fungine, che devono essere assolutamente trattate in modo preventivo con un fungicida sistemico, che si deve utilizzare prima che le gemme diventino troppo grosse.

Alla fine della stagione invernale, il consiglio è quello di applicare un trattamento insetticida ad ampio raggio, per fare in modo di prevenire l'attacco di afidi e cocciniglie.

E' importante ricordare che i trattamenti devono essere sempre praticati nel momento in cui all'interno del giardino non sono presenti fioriture.


  • pianta eugenia Il nome completo in latino scientifico della pianta è Eugenia myrtifolia e ha origini australiane. Arbusto sempreverde,
    visita : pianta eugenia

COMMENTI SULL' ARTICOLO