Semina pomodoro

vedi anche: pomodoro

Semina dei pomodori

Prima di seminare, il terreno destinato alla coltivazione del pomodoro va lavorato; si effettuerà un’operazione di aratura ad una profondità di circa cinquanta centimetri nel periodo estivo precedente alla semina, altri lavori di completamento verranno fatti nelle stagioni autunnale ed estiva. Nel caso di terreni particolarmente argillosi, un’operazione molto importante sarà quella di erpicatura che consiste nel rompere finemente le zolle del terreno al fine di pareggiarne lo strato superficiale. Questa azione risulta indispensabile nel caso della coltivazione dei pomodori date le esigue dimensioni dei semi. Naturalmente, la pianta del pomodoro, come le altre piante del resto, necessita di una giusta quantità di elementi nutritivi indispensabili per un corretto e sano sviluppo, quali fosforo, potassio e azoto. Il concime ricco dei primi due elementi andrà somministrato nella fase di preparazione del terreno, mentre quello ricco di azoto si apporterà frazionato nella fase di trapianto o semina e in quella di copertura. Ovviamente le dosi di questi concimi saranno maggiori dove la produzione sia più massiccia.
Pomodoro

TERRICCIO EXTRA-FINE PER LA SEMINA E LA COLTIVAZIONE DEGLI ORTAGGI E DELLE PIANTE AROMATICHE CONF. DA 20 LITRI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,9€


Scelta dell'impianto

Il pomodoro si può coltivare partendo dalla semina in pieno campo oppure con il trapianto di piantine, quest’ultimo usato esclusivamente per le coltivazioni in serra.

  • Pomodoro San Marzano Il pomodoro San Marzano viene coltivato soprattutto nella regione Campania, in particolare nelle città di Napoli e Salerno e, un po’ meno, in quella di Avellino. Questo pomodoro presenta un sapore agr...
  • pomodoro pachino Il pomodoro Pachino è massicciamente coltivato nella regione Sicilia e nell’Italia meridionale in genere; questo tipo di pomodoro è caratterizzato da una polpa molto gustosa e consistente, da frutti c...
  • Il pomodoro ciliegino si coltiva ormai in quasi tutte le regioni italiane ma, in modo particolare, nella zona sud-est della Sicilia, dove le caratteristiche climatiche ed ambientali sono più idonee. I...
  • pomodori Il pomodoro appartiene al gruppo delle solanacee ed è una pianta che produce dei frutti commestibili, nella maggior parte dei casi, di colore rosso, molto usati in cucina per prepare insalate, sunghi,...

Il Kit ortaggi stravaganti di Plant Theatre - 5 straordinari ortaggi da coltivare - un regalo ideale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Semina diretta

Semina diretta La semina diretta si sta diffondendo sempre di più anche nelle coltivazioni in pieno campo perché comporta costi minori e sviluppa piante molto sane e robuste in quanto non vengono stressate dall’operazione del trapianto. Il terreno preferito dalla pianta di pomodoro è di medio impasto, poco calcareo e molto ben drenato, mentre la temperatura ottimale per la coltivazione e lo sviluppo dei semi rientra tra i diciotto e i ventisei gradi. Nel caso di una semina abbondante, successivamente si dovrà procedere con un diradamento delle piantine più deboli. I semi possono essere distribuiti sul terreno al fine di creare file semplici o binate (doppie); nel primo caso si dovrà rispettare una distanza di circa un metro e mezzo tra le file, mentre nel secondo di circa quaranta centimetri. La coltivazione in file binate è più praticata in quanto presenta molti vantaggi. Il periodo migliore per la semina in pieno campo è il mese di marzo per le zone dell’Italia meridionale, mentre per quelle settentrionali sarà effettuata in aprile.


Semina in semenzaio

piantine pomodoro Se si vuol effettuare una coltivazione da trapianto, bisognerà partire dal semenzaio. In genere la semina in semenzaio viene fatta in ambiente riparato per creare la giusta temperatura per la germinazione dei semi; può essere effettuata a spaglio oppure con seme singolo in recipiente o parte di terriccio. In caso di semina a spaglio, il trapianto verrà fatto a radice nuda, negli altri due casi con la parte di terra. Come potete dedurre, la semina da semenzaio è molto più sbrigativa, più economica, in quanto non ci sono sprechi di semi ed impiega minor tempo per dare i primi risultati. Per le colture in serra il periodo migliore della semina sarà tra la stagione autunnale e l’inizio di quella invernale, per le anticipate quella invernale e per le posticipate quella estiva.

Le nuove piantine di pomodoro saranno pronte per essere trapiantate nel momento in cui abbiano raggiunto i quindici centimetri di altezza (in genere dopo circa due mesi); questa operazione viene effettuata nei mesi di aprile e maggio.


Semina in vaso

Semina in vaso La semina in vaso va effettuata nel mese di marzo, i semi si depositeranno nel semenzaio e si copriranno con uno strado sottile di terra; a questo punto il contenitore con i semi andrà rivestito con un tessuto forato e la terra innaffiata.

Nella fase di coltivazione in semenzaio il terriccio va tenuto sempre umido e il contenitore messo in pieno sole. Dopo circa due mesi, durante il mese di maggio, quando le piantine avranno raggiungo i dieci centimetri, si effettuerà il rinvaso facendo attenzione a non rovinare in maniera eccessiva le radici; un vaso da trenta centimetri di diametro andrà bene per posizionarci una piantina.


Semina pomodoro: L'influenza della luna

Quando effettuiamo la semina dei pomodori, dovremmo prendere in considerazione e rispettare anche le fasi lunari; è stato riscontrato che i pomodori seminati nella fase di luna calante producevano quantità minori e si sviluppavano in maniera più limitata e contenuta; mentre quelli seminati durante la luna crescente, crescevano in maniera più vigorosa, davano frutti in quantità maggiore e di migliore qualità.

Naturalmente queste possono essere considerate credenze popolari ma, che ci crediate o no, di seguito vi spiegheremo i due tipi di luna:

Luna crescente: chiamata anche luna nuova, cioè quando la gobba è rivolta verso ovest. Questa fase si prolunga fino a quella di luna piena.

Luna calante: detta anche luna vecchia, in questo caso la gobba è rivolta ad est. Questa fase si protrae da quella di luna piena fino a quando diventa invisibile. Oltre alla semina del pomodoro, questo periodo è ottimo per la vendemmia.


Guarda il Video

commenti

Nome:

E-mail:

Commento:


17:30:37 -
bugana.anna - commento su Semina pomodoro
quando si deve seminare:ZUCCHINE,POMODORI,ZUCCHE, luna calante o crescente x avere un buon raccolto grazie
15:06:54 -
roberto - commento su Semina pomodoro
tutto molto professionale interessantissima la notizia circa l£influsso della luna sulla produzione del pomodoro
23:46:28 -
marisa - commento su Semina pomodoro
non avevo mai sentito che l£influsso della luna aveva a che fare con la produzione del pomodoro. Ho piantato i semi in piccoli contenitori (3 semix contenitore) il 09/03/2012 ma non ricordo la fase lunare, spero di non aver sbagliato
18:23:37 -
arnaldo - commento su Semina pomodoro
per quanto concerne la sezione sull£influenza della luna ritengo ci sia un errore. In quanto prima si dice che i pomodori seminati in luna crescente crescono piu£vigorosi poi si dice che in luna calante e£ un periodo ottimo per la semina del pomodoro.Qual£e£la luna giusta?
11:30:37 -
gianna - commento su Semina pomodoro
A me hanno dato una regola semplice : le piante e le verdure che crescono in superficie e che si allargano vanno piantate e seminate in luna crescente. le verdure che crescono sotto terra in luna calante perche£ in luna calante i succhi si ritirano verso la radice, in luna crescente i succhi risalgono e predomina la crescita in superficie.
19:34:36 -
nasitigrazia@yahoo.it - commento su Semina pomodoro
e quello che voglio sapere se i pomodori e meglio piantarli in luna crescente o calante